9 mag 2022

La vita da Band è un’altra cosa

di

Pupo

Anch’io ho imboccato la strada della musica cominciando in una band o, meglio, in un complesso. Il primo si chiamava “I Fratelli Bozzi” ed erano i miei zii. Poi arrivarono “I Falchi” e altre formazioni fino a “I Preistorici”, l’ultimo complesso di cui ho fatto parte prima di diventare Pupo. Suonavo e cantavo ma soprattutto pagavo le cambiali che firmavo per acquistare gli strumenti. Fare parte di un complesso significava fare enormi sacrifici e subire ogni genere di umiliazione. Raccontare le vicende musicali e umane di una band non è semplice. Per questo il programma di Raiuno “The Band” funziona poco. Non risulta sufficientemente credibile. La giuria è sbagliata e si intuisce che molti dei protagonisti (non mi riferisco ai gruppi in gara) non hanno la minima idea di cosa significhi vivere e fare musica in una Band.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?