Foto: ARRAY Filmworks/Lava Media/Netflix/Noruz Films
Foto: ARRAY Filmworks/Lava Media/Netflix/Noruz Films

Capita raramente di potere guardare in Italia un film indiano, soprattutto a causa dello strapotere della distribuzione statunitense, ma a partire da venerdì 22 gennaio Netflix ci consentirà di vederne uno che è stato ben recensito della critica: si intitola 'La tigre bianca', è l'adattamento dell'omonimo romanzo scritto da Aravind Adiga ed è diretto da Ramin Bahrani, famoso da noi soprattutto grazie al film per la televisione 'Fahrenheit 451' (adattamento del libro di Ray Bradbury e candidato a un Emmy). Il volto più noto del cast è quello di Priyanka Chopra, vista ad esempio nella serie TV 'Quantico' e nel film 'Baywatch'.

La tigre bianca, tutto sul film

La trama è ambientata nell'India contemporanea e racconta del giovane Balram Halwai (interpretato da Adarsh Gourav), cresciuto in un fangoso paesello dell'entroterra e appartenente a una delle caste più basse del paese. Giunto a Nuova Dehli e abbagliato dalla ricchezza e dai privilegi che gli si parano davanti, cerca di ritagliarsi un piccolo spazio facendo l'unica cosa che la società gli ha detto è in grado di fare: servire le persone di una casta più alta, in particolare facendo l'autista per i facoltosi Ashok (Rajkummar Rao) e Pinky (Priyanka Chopra). Lentamente, però, diventa sempre più cosciente dell'ingiustizia che questo comporta e, dopo un fatto che farà precipitare la situazione, deciderà di ribellarsi e costruirsi un futuro come imprenditore di successo.

Pubblicato nel 2008, il romanzo 'La tigre bianca' vinse il prestigioso Man Booker Prize di quell'anno, facendo di Aravind Adiga il secondo scrittore più giovane a conquistarlo (all'epoca aveva 33 anni) e il quarto esordiente a riceverlo. Le recensioni entusiaste e le numerosissime copie vendute trasformarono il libro in un caso. Lo diciamo per chiarire la responsabilità che si è assunto lo sceneggiatore e regista Ramin Bahrani decidendo di curarne l'adattamento cinematografico. Bahrani, nato negli Stati Uniti da immigrati iraniani, non è l'ultimo venuto: per quanto il suo nome sia sconosciuto al grande pubblico, è considerato un autore di grande talento, la critica ha messo sugli allori il suo film 'Chop Shop' (2007) e nel 2009 ha ricevuto la prestigiosa Guggenheim Fellowship, assegnata a persone che abbiano dimostrato eccezionali capacità creative nelle arti.
 


Il trailer doppiato in italiano

Le recensioni e quando arriva il film

In media la critica ha scritto recensioni più che positive, lodando il valido adattamento di Ramin Bahrani e l'impatto visivo del suo film, oltre a rendere onore a un cast in ottima forma. Per guardare 'La tigre bianca' bisogna tenere conto che la durata supera di poco le due ore e che la visione è consigliata a un pubblico maturo. Per il resto, basta attendere il 22 gennaio, giorno dell'inserimento all'interno del catalogo di contenuti in streaming di Netflix.

Leggi anche:
- Fate: The Winx Saga, la serie TV di Netflix
- Sky Rojo, la nuova serie TV dai creatori della 'Casa di carta'
- La fabbrica di cioccolato: Tom Holland e Timothée Chalamet in corsa per il prequel