Domenica 21 Luglio 2024

La figlia di Bruce Willis si confessa "All’inizio non capimmo il declino"

"Pensai che avesse perso interesse nei miei confronti. Oggi mi riconosce ancora. e quando mi vede si illumina".

"Sapevo che qualcosa non andava". A parlare è Tallulah Willis, 29 anni, una delle figlie di Bruce Willis e Demi Moore, che in una commovente letteraeditoriale pubblicata da Vogue ha raccontato il processo che ha portato alla diagnosi di demenza frontotemporale per l’attore e quindi al ritiro dalla scene, annunciato nel marzo 2022.

"Tutto è iniziato con una vaga mancanza di reazioni – racconta Tallulah – che la famiglia attribuì alla perdita di udito: “Parlate più forte! Die Hard ha fatto casini con le orecchie di papà“, diceva". Quando i segnali si fecero più acuti, la figlia pensò che il padre avesse perso interesse in lei per via della nuova famiglia che si era fatto con la moglie Emma e i loro due figli. La giovane ha spiegato che inizialmente ha affrontato il declino del padre evitandolo e rifiutandolo allo stesso tempo, ora invece è felice che la famiglia si sia riunita.

"Ogni volta che vado a casa di mio padre – spiega – mi tuffo in tonnellate di foto per fare tesoro di cose a cui non prestavo attenzione. Sto cercando di documentare, costruire una storia per il giorno in cui non sarà più qui per ricordarmi di lui. Ora ancora mi riconosce e si illumina quando mi vede".