Foto: Amazon Studios
Foto: Amazon Studios

Diretta dal premio Oscar Barry Jenkins ('Moonlight') e adattamento del romanzo premio Pulitzer di Colson Whitehead, la miniserie TV 'La ferrovia sotterranea' (titolo originale 'The Underground Railroad') debutta in streaming su Amazon Prime Video venerdì 14 maggio, portandosi dietro recensioni più che positive da parte della critica.
 

La ferrovia sotterranea

La storia vera insegna che la cosiddetta Underground Railroad era una serie di sentieri e case sicure utilizzate dagli schiavi afroamericani per fuggire dalle piantagioni e raggiungere gli Stati liberi e il Canada. Nel suo libro ucronico, Colson Whitehead immagina che sia una vera e propria ferrovia, con vagoni e binari che corrono al di sotto del suolo. È la medesima soluzione adottata dalla trama della serie TV, che si svolge a metà del XIX secolo: i protagonisti sono una schiava e uno schiavo della Georgia, Cora e Caesar, che tentano di sfuggire ai loro aguzzini e che sono braccati dallo spietato cacciatore Ridgeway.

Oltre a occuparsi della regia di tutti episodi, Barry Jenkins ha anche scritto il primo, il sesto e gli ultimi due, facendo tesoro dell'esperienza maturata grazie agli ottimi film 'Moonlight' e 'Se la strada potesse parlare'. Per quanto riguarda il cast principale ha voluto che Cora fosse interpretata da Thuso Mbedu (vista ad esempio nelle serie TV 'Shuga' e 'Liberty'), Caesar da Aaron Pierre ('Britannia', 'Krypton') e infine Ridgeway da Joel Edgerton ('Il grande Gatsby', 'Loving - L'amore deve nascere libero').
 


Il trailer in lingua originale

 

Le recensioni e come guardare la miniserie TV

In media la critica ha espresso un parere più che positivo, lodando in modo particolare la capacità di Barry Jenkins di essere molto esplicito sugli orrori della schiavitù, senza però scadere nella pornografia del dolore o accontentarsi di shock superficiali o ancora limitarsi a osservare l'orrore dell'oppressione. Anzi, molti recensori hanno sottolineato che 'La ferrovia sotterranea' si interroga sull'idea fallace che il capitalismo sia un equalizzatore, che il lavoro sodo sia fonte di salvezza e si chiede cosa significhi l'emancipazione in un paese dalle fondamenta così sanguinose.
Va da sé che la visione non è adatta ai più piccoli, proprio per la serietà dei temi sollevati e per il racconto esplicito delle violenze sugli schiavi. Chi però avesse l'età giusta per guardare la miniserie TV sappia che è composta da dieci episodi che durano circa un'ora l'uno: Amazon Prime Video li pubblica all'interno del proprio catalogo in streaming il 14 maggio.

Leggi anche:
- Oxygène: esce in streaming il misterioso thriller di Netflix
- Una donna promettente: a rischio l'uscita dopo le polemiche su Laverne Cox
- 'Venom: la furia di Carnage', guarda il trailer ufficiale