ll prossimo film di Christopher Nolan sarà sul padre della bomba atomica Robert Oppenheimer e per realizzarlo il regista inglese di Tenet e Inception si è rivolto agli studi Universal, divorziando dalla Warner Media che da due decenni aveva prodotto la maggior parte dei suoi capolavori kolossal, da Insomnia del 2002, tranne The Prestige del 2006, distribuito da Disney, e Interstellar di 8 anni fa, con Warner e Paramount dividersi il box office. Nolan ha litigato con Warner per due motivi: per la decisione della Major di distribuire su Hbo nel 2021 tutte le pellicole e in particolare per l’uscita di Tenet (costato 200 milioni di dollari), voluta a tutti costi da Nolan nei cinema ma con perdite al box office di 50 milioni.