«Venticinque milioni di euro impiegati per cominciare a riqualificare le 8200 strutture turistiche e un flusso di arrivi aumentato del venti per cento che ci fa dire che le Marche stanno rialzando la testa alla grande dopo il sisma». L’assessore al Turismo della Regione Moreno Pieroni ha presentato l’offerta Marche alla Bit partendo proprio dai numeri, che sono quelli di una regione viva e ricca di attrattive e soprattutto di prospettive. E se l’entroterra è attraversata dal percorso bike che richiamerà tantissimi cicloturisti, l’attenzione sulla costa sarà soprattutto indirizzata alle strutture, perché chi viene al mare possa farlo in alberghi sempre migliori e in stabilimenti balneari sempre più confortevoli: «A questo proposito – dice Pieroni – proprio ad aprile uscirà un bando per riqualificare le duemila strutture balneari della costa. La qualità dell’accoglienza è una priorità, di più dopo il riconoscimento di Lonely Planet. Partiamo da numeri significativi che dobbiamo ritrovare anche nel mercato estero, il vero vulnus del nostro sistema turistico. Riconquistare l’estero è la sfida delle sfide dei prossimi tre anni e con il rilancio dell’aeroporto e nuovi collegamenti anche e soprattutto con l’Europa del Nord sarà più agevole, considerando anche l’esigenza di una destagionalizzazione dell’offerta».

d.e.