Kate Middleton durante l'evento SportsAid 2018
Kate Middleton durante l'evento SportsAid 2018
Nel corso di una visita presso la National Portrait Gallery di Londra, Kate Middleton, duchessa di Cambridge e moglie del principe William, ha nuovamente dimostrato quanto ci tiene al fatto che l'arte possa raggiungere i più giovani e possa aiutarli nel loro sviluppo personale. Ha pure confessato che vorrebbe portare il principino George, suo figlio, in visita presso il museo, pur sapendo che questo tipo di istituzione culturale è capace di intimidire i visitatori più piccoli.

KATE MIDDLETON, L'ARTE E I GIOVANI
Le parole di Kate Middleton hanno avuto forte risonanza non soltanto perché lei patrocina la National Portrait Gallery, ma anche perché le ha pronunciate mentre incontrava i membri dello youth forum del museo, cioè i giovani che contribuiscono alla sua promozione.

"È stata molto gentile e disponibile", ha raccontato la diciottenne Isabella Titherington, "ed è stata d'accordo con noi quando abbiamo detto che talvolta i musei possono sembrare inaccessibili ai visitatori più giovani e che sarebbe invece un'ottima cosa spalancare loro le porte di queste istituzioni". Savanna Achampong ha aggiunto: "Sta pensando di far visitare la galleria a George e ha detto che potrebbe chiederci dei consigli su quali dipinti mostrargli".

LA NATIONAL PORTRAIT GALLERY
La scelta è effettivamente molto vasta, perché la National Portrait Gallery ha una collezione di oltre 1300 opere, collocate in ordine cronologico, e va da sé che un bimbo di cinque anni, per quanto principe, odierebbe un percorso metodico di stanza in stanza, senza perdere un dipinto e utilizzando intere ore della propria giornata.

La visita del principe George potrebbe cadere fra qualche tempo, per la precisione quando saranno terminati i lavori di riqualificazione del museo: Kate Middleton ha infatti contribuito a una serie di eventi benefici volti a raccogliere il denaro necessario per il restauro dell'edificio, l'apertura al pubblico di una nuova ala e la completa ricollocazione della collezione di quadri.

La futura inaugurazione ufficiale, ancora da fissare, sembra l'occasione perfetta per mostrare al figlio alcune opere: anche perché fra gli impegni caritatevoli di Kate Middleton ci sono proprio il sostegno all'arte e ai giovani, due cose che in questo caso andrebbero simbolicamente a braccetto.

IL RICICLO DELL'ABITO
Terminiamo con una nota più frivola: durante la visita presso la National Portrait Gallery, Kate Middleton ha indossato un abito scuro, con piccoli fiori bianchi, che a molti ha ricordato quello precedentemente sfoggiato durante la cerimonia dei BAFTA 2017: c'è chi ha apprezzato il riciclo, all'insegna della sobrietà in un momento economico difficile per molti britannici, e chi invece ritiene che in ogni caso la potenziale regina consorte debba vestire un capo diverso in ogni occasione pubblica. Il dibattito resta aperto.

Leggi anche:
- Kate Middleton, la giornata tipo della duchessa di Cambrige
- Il principe William attacca il calcio inglese: "Specula sui giovani"
- C'è una cosa che il principe William proprio non sa fare