Una scena del film – Foto: Monkeypaw Productions/Perfect World Pictures
Una scena del film – Foto: Monkeypaw Productions/Perfect World Pictures

Dopo il meritato successo di Scappa – Get Out, il regista e sceneggiatore Jordan Peele ha realizzato un nuovo horror metaforico sofisticato e ha nuovamente conquistato il plauso di pubblico e critica: il film Noi esce nelle sale cinematografiche italiane giovedì 4 aprile, con un cast di tutto rispetto nel quale spiccano Lupita Nyong'o (vincitrice dell'Oscar grazie a 12 anni schiavo) ed Elisabeth Moss, che ha conquistato un Golden Globe e un Emmy con la serie TV The Handmaid's Tale. Ecco tutto quello che possiamo dire senza incappare in spoiler, a parte quelli contenuti nel trailer.

NOI, IL FILM HORROR
Come già accaduto con 'Scappa – Get Out' (2017), anche 'Noi' declina il genere horror in chiave metaforica e in particolare utilizzando la trama per evocare la condizione degli afroamericani nella storia degli Stati Uniti. È un film molto ambizioso, in termini narrativi, di quelli che spingono gli spettatori a ragionare e discutere.

JORDAN PEELE, UN AUTORE DA OSCAR
'Noi' è il secondo film da regista per il newyorkese Jordan Peele, classe 1979, una lunga carriera alle spalle come attore e diversi crediti come sceneggiatore. 'Scappa – Get Out' è stato il suo esordio alla regia e gli ha consentito di presentarsi alla cerimonia degli Oscar 2018 con tre candidature pesanti: miglior film, regia e sceneggiatura originale. La vittoria come sceneggiatore ne ha fatto il primo afroamericano ad aggiudicarsi un Oscar in questa categoria.

LA TRAMA E IL CAST
La storia è quella di una famiglia di colore che si reca presso la propria casa al mare per trascorrere una vacanza insieme ad alcuni amici. La loro serenità viene però minacciata da inquietanti doppioni.

Il padre di famiglia è interpretato da Winston Duke ('Black Panther'), la madre da Lupita Nyong'o ('12 anni schiavo'), mentre i figli da Shahadi Wright Joseph e Evan Alex, la prima vista in 'Hairspray Live!' e il secondo in 'Kidding'. Fra gli amici della famiglia troviamo Elizabeth Moss ('The Handmaid's Tale') e Tim Heidecker ('The Trial').

IL TRAILER


I FILM HORROR DI RIFERIMENTO
Durante la preparazione del film, Jordan Peele ha consegnato agli attori e alle attrici dieci film horror da guardare, in modo che tutti potessero condividere "il medesimo linguaggio" durante le riprese. Ecco i titoli, in ordine cronologico:

- Gli uccelli (1963)
- Shining (1980)
- L'altro delitto (1991)
- Funny Games (1997)
- Il sesto senso (1999)
- Two Sisters (2003)
- Martyrs (2008)
- Lasciami entrare (2008)
- Babadook (2014)
- It Follows (2014)

COM'È 'NOI', LE RECENSIONI
Critica e pubblico (il debutto internazionale è avvenuto il 20 marzo) concordano nell'entusiasmo e questo ci dice una prima cosa importante: Jordan Peele non si è dimostrato una meteora, uno di quelli che azzecca un film e poi non è più in grado di ripetersi. Buon per lui e per i suoi fan.

Leggendo le varie recensioni deduciamo un secondo aspetto interessante: praticamente tutti concordano nel dire che 'Noi' è più ambizioso di 'Scappa – Get Out' e che in linea di massima è un film riuscito. Qua e là, però, emerge la difficoltà di inquadrarlo, di capire perché funziona e se davvero funziona.

Insomma, la quantità di idee messe in campo e i rimandi alla storia degli afroamericani e alla cultura pop potrebbero spiazzare gli spettatori, al di là dei meriti del film.

Leggi anche:
- Game of Thrones: HBO annuncia il documentario
- Giovani streghe: il remake del film in salsa femminista
- Avengers: Endgame, ecco perché il film durerà oltre 3 ore