Jennette McCurdy
Jennette McCurdy

L'attrice Jennette McCurdy, californiana classe 1992, è diventata famosa quando era molto giovane grazie alle serie TV 'iCarly' e 'Sam & Cat'. Qualche anno più tardi, appena 25enne, ha deciso di smettere di recitare: parlando con la collega Anna Faris, durante una puntata del podcast 'fish out of water' (pesce fuor d'acqua) ha rivelato come mai. Il motivo ha a che fare con la morte di sua madre e con i ruoli "imbarazzanti" negli show di Nickelodeon.

Jennette McCurdy, attrice bambina

La carriera di Jennette McCurdy inizia ufficialmente nel 2000, quando ha solo otto anni, ed esplode grazie a due telefilm prodotti da Nickelodeon, vale a dire 'iCarly' (2007-2012, dove recita accanto a Miranda Cosgrove) e lo spin-off 'Sam & Cat' (2013-2014, accanto ad Ariana Grande). Ricordando gli esordi, McCudry ha ammesso che la recitazione non era in cima alla lista dei suoi desideri, quando era una bambina, e che sostanzialmente ha fatto ciò che la madre desiderava.

"Mia mamma mi ha inserito nel giro quando avevo circa sei anni", ha detto Jenette McCurdy, "e a 10-11 anni ero diventata il principale sostegno finanziario per la famiglia. I miei non erano affatto ricchi e io ho rappresentato un modo per avere una certa serenità economica, cosa che credo abbia contribuito a portarmi al successo". Forse anche perché a mamma Debbie era stato diagnosticato un tumore al seno quando la figlia aveva tre anni e per moltissimo tempo si è sottoposta a chemioterapie, interventi chirurgici e a trapianti di cellule staminali ematopoietiche.

La morte della madre

Dopo diciassette anni di battaglia contro li cancro, il 20 settembre 2013 Debbie McCurdy è morta e questo fatto ha rappresentato uno spartiacque per la carriera della figlia, che nel 2017 ha ufficialmente annunciato di volere smettere di recitare. Parlando con Anna Faris ha commentato: "Sotto molti punti di vista, la morte di mia mamma è stata anche la morte di molte cose che lei aveva deciso per me". E la recitazione "è stata soprattutto un suo progetto, che per me era stato molto faticoso e difficile".

I ruoli imbarazzanti

A peggiorare l'esperienza generale come attrice, c'è stato il fatto che il personaggio interpretato per 'iCarly' e 'Sam & Cat' era quello della ragazza sopra le righe, un po' pazzerella e ingenua fino a sfiorare la stupidità. Oggi McCurdy osserva: "Sono ben poco soddisfatta della mia carriera per molte ragioni, dei ruoli che ho interpretato e del fatto che li ho vissuti come un'esperienza banale e imbarazzante". Insomma, se non ti piace quello che fai e se lo fai soprattutto per compiacere mamma, è chiaro che quando lei muore trai le tue conclusioni e molli tutto. Questo però non ha significato chiudere tutte le porte al mondo dello spettacolo: Nel febbraio del 2020 ha portato in teatro uno one-woman show tragicomico da lei scritto, diretto e interpretato. Il titolo è significativo: 'I'm Glad My Mom Died'.

Leggi anche:
- Girl Power: il film femminista di Netflix
- Will Smith tentato dalla politica
- Hellboy: il documentario finanziato dal basso sul creatore del fumetto