Consigli per prevenire le irritazioni da mascherina
Consigli per prevenire le irritazioni da mascherina

La mascherina per proteggerci dal contagio – che sia chirurgica, fatta in casa, FFP2 o FFP3 – è diventata ormai un accessorio legato alla nostra quotidianità. La indossiamo ogni volta che usciamo ma potrebbe causare irritazioni e arrossamenti alla pelle del viso. Soprattutto con l’arrivo del caldo. Ecco come proteggere la cute quando si indossa la mascherina per tanto tempo.


Cosa succede alla pelle con la mascherina

Sono principalmente due i problemi dermatologici legati all’uso prolungato delle mascherine sulla pelle del viso. Il primo è l’arrossamento, dovuto allo sfregamento continuo della mascherina sulla cute – soprattutto delle parti più rigide come gli elastici o i bordi. Il secondo sono le irritazioni, causate dalla formazione di vapore e liquidi all’interno del dispositivo di protezione: terreno fertile per l’accumulo di sudore e sebo e responsabili di rossori, lesioni, dermatiti e acne. Arrossamenti e irritazioni cutanee si intensificano soprattutto con l’arrivo del caldo, che non fa altro che aumentare la produzione di sebo e acuire arrossamenti e irritazioni.

Le allergie

In qualche caso, a causa del contatto delle mascherine con la pelle, si possono sviluppare delle vere e proprie allergie. I segnali più comuni che le identificano sono: orticaria, prurito e lesioni cutanee. Qui è necessario l’intervento di un dermatologo.

La crema barriera per proteggere la pelle

Per provare a evitare che la pelle a contatto diretto e continuo con la mascherina si irriti o diventi rossa il consiglio è quello di stendere sulla cute – prima di indossare il dispositivo – una cosiddetta “crema barriera”. Si tratta di un cosmetico che, impedendo il contatto con i fattori sensibilizzanti, garantisce una protezione prolungata da irritazioni, arrossamenti e reazioni allergiche.

Detergere la pelle e tenerla sempre idratata

La crema barriera, da sola, non garantisce, una protezione completa per le irritazioni da mascherina. Accanto al suo utilizzo è buona norma fare una detersione completa e quotidiana della pelle del viso con un latte detergente o con della semplice acqua micellare ogni volta che si torna a casa e si toglie il dispositivo di protezione. Dopo aver pulito a fondo la pelle è necessario reidratarla e, per chi ama i prodotti naturali, esistono delle maschere viso da fare in casa che nutrono la pelle e la proteggono da arrossamenti e irritazioni.