Pulizia e igiene del condizionatore
Pulizia e igiene del condizionatore
Confinati tra le mura di casa dalle misure di contenimento sociale del Decreto governativo, oggi più che mai la nostra attenzione è rivolta a creare benessere all’interno dei degli ambienti domestici. Ma quali misure e raccomandazioni è importante seguire per mantenere pulita e sana l’aria di casa?

Dal documento “ Nuovo Coronavirus. Consigli per gli ambienti chiusi”, a cura del Gruppo di Studio Nazionale Inquinamento indoor dell’ Istituto Superiore di Sanità arrivano alcune semplici raccomandazioni di buon senso, utili sempre ma in particolare in questo momento in cui l’igiene dell’aria e delle superfici deve essere ancora più accurata.
Via libera, dunque, a ricambi d’aria in tutti i luoghi chiusi con apertura regolare delle finestre e massima attenzione alla pulizia degli ambienti domestici, da svolgere con guanti e dispositivi di protezione individuale, evitando di miscelare prodotti diversi e utilizzando detergenti come acqua e sapone, o in alternativa alcool etilico al 75% o ipoclorito di sodio allo 0,5%.
L’Istituto Superiore di Sanità consiglia anche la pulizia degli impianti di ventilazione dell’aria e climatizzazione residenziale.

Pulizia e igiene del condizionatore in 3 passaggi

E se la raccomandazione dell’Istituto Superiore di Sanità è di pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione dell’aria dei climatizzatori, ulteriori e approfondite indicazioni vengono da Hitachi Cooling & Heating, brand giapponese di sistemi di condizionamento di alta qualità. In vista della riaccensione dei sistemi di climatizzazione, e in particolar modo in questo periodo, Hitachi Cooling & Heating raccomanda di procedere con la manutenzione e la pulizia approfondita del condizionatore. Ecco come fare:

1) Si comincia con il pannello frontale del condizionatore, che va rimosso, lavato con acqua e un detergente delicato e poi asciugato.
2) Il secondo step è la pulizia del filtro del condizionatore, da effettuare con l’aspirapolvere oppure con acqua calda (a temperatura non superiore ai 40° C).
3) Con l’igienizzazione dei filtri di purificazione, sempre con l’aspirapolvere, si conclude la manutenzione del condizionatore. Hitachi Cooling & Heating ci ricorda che, in caso di ambienti in cui sia presente un’alta concentrazione di odori, fumi e polveri, è necessario sostituire i filtri dopo un anno di utilizzo.