Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 giu 2022
15 giu 2022

Internet Explorer addio, il browser chiude i battenti dopo 27 anni

Lo storico browser di casa Microsoft va definitivamente in pensione: il suo lancio ufficiale è datato 24 agosto 1995

15 giu 2022
L'icona dello storico browser
L'icona dello storico browser Internet Explorer
L'icona dello storico browser
L'icona dello storico browser Internet Explorer

Microsoft ha annunciato ufficialmente l’addio a Internet Explorer, il browser comparso con Windows 95 e che è stato, per molti utenti, la prima porta di accesso al web. Dal 15 giugno 2022 il software non riceverà più supporto e chi lo utilizza sarà automaticamente reindirizzato su Edge, il nuovo browser dell’azienda americana.

Una storia lunga 27 anni

La sua icona con la “e” attorniata da un cerchio giallo rappresenta ancora oggi una delle istituzioni per i nostalgici del primo internet, quello dei router 56k che ci mettevano un po’ a connettersi alla rete e le prime pagine web in HTLM.
Internet Explorer era infatti comparso sui computer di tutto il mondo il 24 agosto 1995, insieme a Windows 95, il sistema operativo di Microsoft che ha rivoluzionato la user experience degli utenti, con gesture più semplici e i comandi più complicati sostituiti da un click del mouse.
Il successo di IE è stato ininterrotto per almeno un decennio, almeno fino alla comparsa di altri browser come Mozilla Firefox, Safari di Apple e Google Chrome.
Prima del definitivo pensionamento, Internet Explorer – che oggi secondo le stime è ancora installato sul 2% dei computer in tutto il mondo – ha dovuto fare i conti anche con il nuovo browser di casa Microsoft, Edge, arrivato sul mercato nel 2015.

Internet Explorer: marchio di grande successo

Anche se sono ormai pochissimi ad utilizzare ancora Internet Explorer, il suo marchio è destinato a durare anche dopo la sua scomparsa dai pc di tutto il mondo.
Secondo un sondaggio di Roy Morgan, commissionato dall'Australian Competition and Consumer Commission nel settembre 2021 e citato dal Guardian, il browser di Microsoft si piazza al secondo posto – con una percentuale dell’85% - tra quelli più conosciuti da chi utilizza la rete, superato solo da Chrome (95%) e precedendo giganti come Mozilla Firefox (81%), Safari di Apple (80%) e il suo successore Edge (69%).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?