Instagram lancia nuove funzionalità per gli utenti più giovani
Instagram lancia nuove funzionalità per gli utenti più giovani

Instagram prova a proteggere gli utenti più giovani introducendo nuove misure e funzionalità. Tra le novità annunciate dal social network ci sono una nuova guida sulla privacy, verifica dell’età grazie all’intelligenza artificiale, limitazioni nei messaggi privati tra adolescenti e adulti e un incoraggiamento agli adolescenti per rendere privati i loro profili..

Una nuova guida per i genitori e ragazzi
La prima misura per tutelare gli instagramers più giovani annunciata dal social network sul suo blog internazionale è quella che riguarda l’introduzione di una nuova guida per tutelare la loro privacy. È stata studiata per i loro genitori e con la collaborazione del The Child Mind Institute e include, oltre agli strumenti di sicurezza e le impostazioni sulla privacy più recenti, un elenco di suggerimenti e spunti di conversazione per aiutare i genitori a gestire una discussione con i loro figli su come vivere il social network nel modo corretto.

Verifica dell’età
Un’altra delle novità annunciate da Instagram riguarda la verifica dell’età degli utenti che si iscrivono al social network. Sebbene ci vogliano 13 anni almeno per poter creare un account,
i vertici della società di Zuckerberg si dicono consapevoli che “i giovani possono mentire sulla loro data di nascita”. Per fronteggiare questo fenomeno, nonostante “verificare l'età delle persone online sia complesso, stiamo sviluppando – si legge sul blog - una nuova tecnologia di intelligenza artificiale e apprendimento automatico per tenere al sicuro gli adolescenti e nuove funzionalità adatte all'età”.

Nuove regole per i messaggi privati
Una di queste nuove funzionalità è proprio quella che impedisce agli adulti di inviare messaggi a persone sotto i 18 anni che non li seguono. Con la nuova feature, quando un adulto cercherà di inviare un messaggio a un adolescente che non lo segue, riceverà una notifica che lo informa che non è un’operazione possibile.

Avvisi per i comportamenti potenzialmente sospetti
Oltre a prevenire le conversazioni tra adulti e adolescenti che non si seguono, Instagram ha deciso di avvalersi anche di ulteriori avvisi di sicurezza per incoraggiare gli adolescenti a essere cauti nelle conversazioni con gli adulti a cui sono già collegati. Questi avvisi di sicurezza informeranno i più piccoli quando un adulto che ha mostrato comportamenti potenzialmente sospetti sta interagendo con loro nei messaggi privati. Quali sono questi comportamenti sospetti? Ad esempio, se un adulto invia una grande quantità di richieste di amicizia o messaggi a persone di età inferiore a 18 anni. Questa nuova funzionalità sarà lanciata presto in alcuni Paesi ma dal social network fanno sapere che saranno poi disponibili in tutto il mondo.

Rendere più difficile per gli adulti trovare e seguire gli adolescenti
L’intendo di Instagram, con l’introduzione di queste nuove funzionalità a tutela dei minori è anche quello di rendere più difficile l'interazione tra gli adolescenti e gli adulti che hanno mostrato comportamenti potenzialmente sospetti. Cosa vuol dire? Ad esempio, impedire a questi adulti di vedere gli account degli adolescenti in "utenti consigliati", impedire loro di scoprire contenuti per adolescenti in “Reels” o “Esplora” e nascondere automaticamente i loro commenti sui post pubblici degli adolescenti.

Incoraggiare gli adolescenti a rendere privati i propri account
Ultima ma non meno importante novità annunciata dalla società di Zuckerberg sul blog è quella di incoraggiare, d’ora in avanti, tutti gli adolescenti a rendere privato il loro account. Lo scopo è quello di offrire loro maggiore protezione in quanto, con l’account non pubblico, è possibile controllare meglio chi può vedere e interagire con i loro contenuti.