Le montagne rocciose
Le montagne rocciose
In base ai dati raccolti nel corso di un recente studio scientifico, sulle vette delle Montagne Rocciose, in Colorado, piove plastica. È l'ennesima conferma di quanto sia esteso l'inquinamento da microplastiche e di come ormai sia entrato stabilmente nel ciclo naturale dell'acqua e nella catena alimentare: entrambi gli ambiti riguardano direttamente anche noi esseri umani.

Gregory Wetherbee, primo firmatario della ricerca, è incappato nella scoperta per caso. Stava infatti analizzando le precipitazioni atmosferiche delle Montagne Rocciose in cerca di dati sull'inquinamento da azoto e ha invece trovato evidenze incontrovertibili della presenza di fibre e frammenti di plastica.

Un fatto che non sorprende, se teniamo conto che studi precedenti hanno trovato microplastiche sui Pirenei, nelle profondità degli oceani, in fiumi e laghi, ma comunque un fatto molto preoccupante. Anche perché conferma che la presenza della plastica è ormai pervasiva: se può essere trasportata dai venti ed entrare nelle gocce d'acqua che si formano all'interno delle nuvole, allora non c'è luogo che non possa essere raggiunto. Noi stessi potremmo respirare plastica e sicuramente ne assumiamo una certa quantità quando mangiamo, perché ormai ha contaminato la catena alimentare.

Se la situazione è preoccupante, e chiama a gran voce interventi decisi, non è però il caso di fare allarmismi. Al momento la comunità scientifica non è in grado di dire quanto nocive siano le microplastiche che mangiamo e respiriamo. È facile intuire che non fanno bene, ma non è semplice dire quanto, perché sin dalla nascita siamo esposti a una quantità di materiali sintetici e chimici e non è semplice distinguere i demeriti di ognuno di essi, né possiamo dire quanto meglio avremmo vissuto, o quanti anni in più avremmo vissuto, in assenza di queste sostanze. Queste considerazioni, va da sé, non possono giustificare un'alzata di spalle, perché gli scienziati giudicano grave l'inquinamento da microplastiche e nessuno ne sottovaluta la portata.