Nel riquadro, Annacarla e Simona
Nel riquadro, Annacarla e Simona

Roma, 24 aprile 2019 - "Influencer". Un termine e un concetto che, nell’era dei millenials e dei social network, è sempre più presente nella vita quotidiana. Oggi, infatti, molte si accreditano come pioniere di stile e, tramite Instagram, mostrano ed esibiscono guardaroba più o meno lussureggianti. In un’epoca in cui si sentono tutti Carrie Bradshaw e in cui Chiara Ferragni, nominata anche da Forbes come una delle giovani più influenti al mondo, crea un patrimonio dal nulla, qualcuna si chiede: come posso essere diversa?

Questo è un po’ quello che hanno fatto Annacarla Dall’Avo, aretina, e Simona Carlucci, pugliese, entrambe classe 1989. Giovani e belle, appassionate di moda e conosciutesi nel 2008 al Polimoda di Firenze, 5 anni fa hanno deciso di creare, su Instagram, ‘Annacarlaesimona’, un mondo virtuale di fashion without a face dove, appunto, al centro ci dev’essere solo lo stile. Motivo per cui hanno deciso di posare sempre senza volto. "Amiamo la moda e volevamo esprimere la nostra passione e il nostro stile in modo riservato. I social – racconta Annacarla – hanno un potenziale innegabile, ma noi volevamo focalizzare l’attenzione sui look". Lo stile che le contraddistingue unisce capi vintage ad accessori di lusso, al pari di capi più basic delle grandi catene, abbinati a qualcosa di insolito e particolare. "Le persone ci apprezzano adesso per quest’idea – prosegue –, ci riconoscono per il nostro stile e, quindi, ci sentiamo di aver centrato il bersaglio. Solo ora, dunque, abbiamo deciso di mostrare il volto ai 100mila followers, ma non cambieremo la nostra filosofia, tutti possono amare, indossare e apprezzare un abito o un accessorio, il fisico o il volto non devono essere al centro di tutto, come succede oggi".