La neve è gioco, è tornare bambini. E’ spazio libero, è respiro, luce e bellezza del silenzio. E’ muoversi lentamente, salire, fermarsi per riempire lo sguardo di panorami infiniti, scivolare, sentire il sole sul viso. E, dopo, è un caldo e accogliente rifugio, una bevanda bollente, il corpo che si rilassa in una sensazione di benessere profondo.

Dalle Alpi Marittime al Monviso, tra le Valli Olimpiche, sul Monte Rosa e le cime Biellesi, dalle alture intorno ai laghi fino alle vette dell’Ossola, la neve è il gusto dell’inverno in Piemonte e offre momenti indimenticabili: sci, ciaspole, pattinaggio, sci di fondo e escursionismo, slittino e bob con i più piccoli o l’esperienza dello sleddog.

Tra Lago Maggiore e Lago d’Orta, Neveazzurra con le località del Verbano-Cusio-Ossola dove praticare fondo ed escursioni con ciaspole o motoslitta, mentre Macugnaga offre le due aree della neve del Belvedere e di Monte Moro.

In Valsesia, Monterosa Ski si estende lungo i pendii del Monte Rosa. Alagna è un paradiso del freeride con tante alternative agli sci: arrampicate su ghiaccio, l’antica tecnica del telemark, sci di fondo e passeggiate con le ciaspole. L’area Alpe di Mera-Scopello è poi la perfetta alternativa per chi predilige la montagna a ritmo lento.

Nelle Alpi Biellesi, Bielmonte, nel Parco Naturale Oasi Zegna: 20 km per il fondo, 650 metri di pista per rolla run, kite ski e kite snowboard, slittino, ciaspole e nordic walking con occhio attento a bambini e famiglie.

In provincia di Torino, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, percorsi per ciaspole, sci da fondo, scialpinismo e itinerari alla scoperta della fauna. In Alta Val Chisone, Pragelato - antico borgo tipicamente alpino – è celebre per l’anello turistico della Val Troncea di circa 15 km. ViaLattea, il più esteso comprensorio del nord Italia, comprende Sestriere e Pragelato, Cesana-Sansicario, Claviere, Oulx, Sauze d’Oulx e la francese Montgenèvre e propone anche sci di fondo, nordic walking, bob, slittino, freestyle sleddog; come pure la vicina conca di Bardonecchia, nelle aree Jafferau e Colomion-Les Arnauds-Melezet, dove è possibile praticare snow tubing, passeggiate a cavallo, fat bike e la slitta biposto Alpine Coaster, adatta a bambini e le famiglie. Oltre la pista di fondo di Pian del Colle di 8 km, quella di 20 km si inoltra nella splendida Valle Stretta fino a 1.800 metri di altitudine. Da non dimenticare, le piccole stazioni della provincia di Torino, oasi di autenticità alpina: Ala di Stura, Balme, Ceresole Reale, Chialamberto, Usseglio Pian Benot, Valprato Soana Piamprato, Viù Colle del Lys, Groscavallo, Locana Alpe Cialma nelle Valli di Lanzo; Coazze Pian Neiretto in Val Sangone; Prali in Val Germanasca. In Valle Pellice, sede storica della comunità Valdese, gli estimatori del trekking percorrono con le ciaspole il sentiero Villanova-Conca del Pra con arrivo al rifugio Jervis.

Il Cuneese, oltre alle aree Riserva Bianca, Mondolè ski, Garessio 2000 e una vasta rete di stazioni, conta oltre 280 km di piste di fondo tra Entracque, Ormea Cantarana, Chiusa Pesio, Festiona e Bagni di Vinadio, Alta Valle Maira, Vernante e Valle Varaita.

Infine, Caldirola, unico centro di attività invernali in provincia di Alessandria. Qui, oltre allo sci alpino, si possono praticare racchette da neve e bob.