Relax in riva al lago o una tonificante camminata in montagna? Un weekend a base di colline e buona tavola, un tour artistico-culturale o una robusta pedalata? L’occasione è di quelle imperdibili, perché in Piemonte la vacanza vale di più e sino a fine 2021 triplica il suo valore: sei ospite 2 notti su 3, che sia in hotel, B&B, campeggio, alloggio, agriturismo. E il voucher “esperienze e servizi” offre uno sconto del 50% su una serie di servizi turistici, come noleggio bike, guida turistica e laboratori di cucina o esperienziali (a partire dal 7 luglio scopri come acquistare il voucher e per info www.visitpiemonte.com).

Scegli la tua vacanza nei panorami unici del Piemonte e in totale sicurezza. Se ami la vita attiva all’aria aperta ci sono i 34 Comuni Bandiera Arancione; e poi i 20mila chilometri di percorsi escursionistici e ciclo-escursionistici (tra cui la GTA con i suoi 900 chilometri attraverso le Alpi piemontesi), 94 aree naturali protette, 57 circoli di golf, 50 stazioni sciistiche, 14 snowpark, 1.350 chilometri di piste per sci alpino, fondo, snowboard, fuori pista, racchette, 300 impianti di risalita, funivie e seggiovie, laghi alpini e corsi d’acqua dove praticare canoa, vela, sci nautico, windsurf, canottaggio. E su www.piemontescape.com, la nuova piattaforma web regionale dedicata alle attività open – air, sono tante le proposte e i percorsi per bike ed escursionismo.

Ampia offerta anche d’arte e cultura, con oltre il 30 per cento del Piemonte accolto nel patrimonio Unesco. Sono 5 i siti nella World Heritage List: Residenze Sabaude, Sacri Monti, Siti Palafitticoli Preistorici dell’Arco Alpino, Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, e Ivrea Città Industriale del XX secolo. Tre le città che fanno parte del network Creative Cities: Torino per il Design, Alba per la Gastronomia e Biella nella categoria “Crafts & Folk Art”. Infine, 3 Riserve MaB: Ticino Val Grande Verbano, Monviso, Collina Po e il Geoparco Sesia Val Grande.

Innegabile il fascino dei piccoli centri, come i quattordici villaggi inseriti tra i “Borghi più belli d’Italia”. Luoghi e cammini della spiritualità vanno scoperti a ritmo lento, toccando ricetti e cattedrali, abbazie e fortezze. Sono architetture religiose e laiche come i citati Sacri Monti, capolavori barocchi, o la Sacra di San Michele e l’Abbazia di Novalesa, sulla Via Francigena. A Vercelli, il Duomo, con il Museo del Tesoro, e la Basilica di Sant’Andrea sono di gran pregio. Nel Monferrato, l’Abbazia di Santa Maria di Vezzolano, in stile romanico e gotico, è tra i più importanti monumenti medievali della regione, con l’imponente complesso abbaziale di Santa Maria di Staffarda, nel Cuneese. A Torino, è magnifica la Cappella della Sindone, mentre al Santuario Regina Montis Regalis di Vicoforte spetta il primato della cupola ellittica più grande del mondo. Massime espressioni di arte ebraica si trovano nelle sinagoghe di Torino, Vercelli e Casale Monferrato. In Valsesia, l’Alta Via dei Walser racconta le tradizioni e l’arte religiosa della popolazione di lingua tedesca, mentre il percorso escursionistico del Glorioso Rimpatrio conduce lungo Val di Susa e Val Chisone, tappe del rientro dei Valdesi dopo le persecuzioni.

E per una vacanza con i fiocchi, ecco la cucina e i prodotti della regione che rappresenta la più genuina cultura enogastronomica italiana nel mondo: cioccolato e nocciola IGP, Gianduiotto, pralineria e pasticceria tradizionale; il riso, coltivato nelle più estese risaie d’Europa tra Vercelli, Novara e Biella; la grande varietà di formaggi artigianali DOP (dal Castelmagno alla Toma, Robiola di Roccaverano, Raschera, Murazzano, Ossolano e Gorgonzola). Il Tartufo Bianco d’Alba è la star celebrata ogni anno in autunno alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Grande protagonista è anche il vino, con 17 DOCG e 42 DOC da oltre 43mila ettari di vigneti, accanto alla tradizione dell’alta cucina, con ben 46 chef stellati Michelin.