L'officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella

Firenze, 11 ottobre 2018 - Un incontro di culture, di tradizioni, di visione del futuro tra le aziende storiche italiane e quelle giapponesi. Un confronto che racconta tante storie ma parla molto anche di futuro che si è svolto nella meravigliosa e antica sede dell'Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella che si chiama così dal 1612 (anche se le origini sono medievali coi frati del convento di Santa Maria Novella) dove il presidente dell'Unione Imprese Storiche Italiane Eugenio Alphandery (proprietario e Ceo dell'Officina SMN) ha riunito molti membri autorevoli del consiglio per incontrare i rappresentanti di Spirit of Shinise, l'associazione giapponese costituita nel 2009 da 12 imprese promotrici, guidata da allora da Takeshi Fukuzawa ex presidente di Mitsubishi Estate Co, Ltd.

La parola Shinise significa negozio/bottega di lunga data, quindi azienda longeva. Nella cultura del Sol Levante le imprese sono considerate come istituzioni pubbliche della società e per questo devono aspirare alla perpetuità e perseguire una prosperità duratura tenendo in considerazione l'armonizzazione con l'ambiente sociale. "Questo incontro si è svolto in alcune regioni d'Italia per sette giorni perchè abbiamo cercato di dare a questi imprenditori un'immagine dinamica del nostro Paese", dice Eugenio Alphandery che presiede UISI che raduna 47 marchi anche molto antichi, "ci sono voluti due anni per organizzarlo vista l'importanza delle aziende storiche del Giappone che sono qui con noi".

Tra queste anche la Takenaka Corporation che è nata nel 1610 e che è presieduta da Mr Toichi Takanaka che nel 2017 ha fatturato per 10 miliardi di euro. "Ho costruito l'aeroporto di Osaka con il vostro Renzo Piano - dice il grande imprenditore di Tokyo - e per l'Expo di Milano anche il Padiglione del Giappone". Tra le imprese più vecchie, fondata nel 1645, anche la Yamasa Corporation per la produzione di salsa di soia, come pure ma più recente il colosso della cosmesi Kosè Corporation nato nel 1946. E ancora la Toraya Co., Ltd che dall'inizio del 16° secolo, l'ultimo periodo dell'era Muromachi, produce le confetture tradizionali giapponesi per gli imperatori presieduta da Mr Mitsushiro Kurokawa. Durante il meeting si è fatta conoscenza con le belle realtà italiane, con imprese storiche come Marchesi Antinori (dal 1385), Busatti 1842, Cecchi (dal 1893), Frilli Gallery (dal 1860), Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli (dal 1905), Giusto Manetti Battiloro (dal 1820), Antonio Mattei Biscottificio (dal 1858), Marchesi Mazzei (dal 1435), Torrini (dal 1369), solo per citare alcune di quei "casati del lavoro e della tradizione" che da generazioni e generazioni portano alto nel mondo il nome dell'Italia e la genialità dei più rinomati marchi storici che spaziano dall'arte, alla manifattura, dalla moda alle specialità gastonomiche, dai grandi vini ai tessuti.