Bere un espresso al giorno produce 34,36 chilogrammi di CO2 ogni anno
Bere un espresso al giorno produce 34,36 chilogrammi di CO2 ogni anno

Dimmi quanto caffè bevi, e ti dirò che impatto ambientale hai. Una nuova calcolatrice online è in grado di quantificare l'impronta di carbonio generata dalle tue abitudini di consumo di caffè – espresso, americano o cappuccino che sia, e in aggiunta ti dice anche quanta acqua è stata impiegata. Perché probabilmente non ci facciamo nemmeno caso, ma dietro ogni singola tazzina c'è una lunga filiera che libera emissioni e consuma risorse in ogni passaggio: dalla coltivazione dei chicchi alla loro trasformazione, dal trasporto all'allevamento di animali necessario per il latte che va nel cappuccino.

Per esempio, ipotizziamo di bere anche solo il minimo sindacale per mettersi in moto, un espresso al giorno. Secondo la calcolatrice, nell'arco di un anno equivale a 55.193 milligrammi di caffeina assunta, comporta un consumo di acqua di 50,9 litri (quanta ne bevono 47 persone) e produce 34,36 chilogrammi di CO2 equivalente. Si tratta di quantità di emissioni tale da richiedere due alberi per assorbirla, e che equivale a quanta ne viene generata dalla combustione di 14,6 litri di benzina, da un'auto che percorre 137 chilometri e dalla ricarica di 4398 smartphone.

Aggiungendo il latte l'impatto ambientale aumenta in modo significativo. In particolare raddoppiano le emissioni di anidride carbonica: un cappuccino al giorno, tutti i giorni dell'anno, si traduce in 76,7 chilogrammi di CO2 riversati nell'atmosfera. Il calcolatore indica anche quanto cambia l'impronta di carbonio se si adottano alcuni accorgimenti: ad esempio, sostituendo il latte di origine animale con latte da fonte vegetale si possono risparmiare 37,57 chilogrammi di CO2 equivalente.

Le creatrici della calcolatrice, la dottoressa e ricercatrice Lucja Zaborowska e la sua collega Komal Rafay, forniscono infine alcuni consigli su come ridurre l'impatto ambientale del consumo di caffè: prepararlo a casa piuttosto che berlo al bar, rinunciare al latte di mucca o passare al latte di mandorla, soia e simili, scegliere caffè sostenibili e da commercio equo, evitare bicchieri e cannucce di plastica.