Una scena de 'Il Signore degli Anelli' (Foto: New Line Cinema)
Una scena de 'Il Signore degli Anelli' (Foto: New Line Cinema)

Fra i molti orchi che compaiono nella trilogia del 'Signore degli Anelli', uno era modellato sul volto di Harvey Weinstein: una decisione presa dal regista Peter Jackson come vendetta nei confronti del produttore che aveva minacciato di far naufragare l'adattamento del romanzo di JRR Tolkien. A raccontare l'aneddoto è stato l'attore Elijah Wood, interprete dello hobbit Frodo Baggins, nel corso del podcast 'Armchair Expert' condotto da Dax Shepard.

Perché mettere un orco che somiglia a Harvey Weinstein?

"Penso che ora si possa rivelarlo", ha detto Elijah Wood: "Il tipo è in prigione, si fo**a". Frase che si spiega tenendo conto che Harvey Weinstein è stato potentissimo, a Hollywood, capace di fare il bello e il cattivo tempo. Fino a quando è diventato il primo e principale bersaglio del neonato movimento #MeToo: condannato per stupro nel febbraio del 2020, è stato condannato a 23 anni di carcere e ormai non ha più modo di decidere le sorti di un film o di una carriera.

Quando Peter Jackson stava cercando di realizzare 'Il Signore degli Anelli', Weinstein era influentissimo e stava sovrintendendo alle prime fasi di lavorazione della futura trilogia. Con fare arrogante insisteva perché Jackson adattasse il romanzo in un unico film e non voleva sentire ragioni. Alle resistenze del cineasta neozelandese, il produttore minacciò di affidare la regia a Quentin Tarantino oppure a John Madden (regista di 'Shakespeare in Love'). E quando Jackson chiese di poter cercare un differente produttore, Weinstein gli concesse solamente una settimana e impose il vincolo che il sostituto accettasse di finanziare tre film in anticipo. O così, o niente. "La finestra di tempo era assurda", ricorda Elijah Wood, anche perché all'epoca non era affatto consuetudine investire su un progetto cinematografico in questo modo: prima si aspettava di conoscere gli incassi del lungometraggio iniziale, poi si decideva se produrre gli altri e con quale budget.

La vendetta di Peter Jackson

Ora sappiamo che la storia ha avuto un lietissimo fine: New Line Cinema è arrivata in soccorso di Peter Jackson e la trilogia ha incassato nel mondo 2,92 miliardi di dollari, conquistando la fama di essere una delle migliori serie cinematografiche mai realizzate. All'epoca, però, la pressione subita da Jackson era stata enorme. Da qui la decisione di modellare una delle maschere da orco sul volto di Harvey Weinstein, "una sorta di vaffanc**o indirizzato a lui" (sempre parole di Elijah Wood). E dalle parole dell'interprete di Frodo scopriamo che la somiglianza era evidente e che sul set tutti l'avevano colta.