La trama è centrata su Batman (Ben Affleck) e Wonder woman (Gal Gadot), ancora scossi dal sacrificio di Superman (Henry Cavill) alla fine di Batman V Superman: Dawn of Justice, impegnati ad arruolare altri supereroi, come Flash (Ezra Miller) e Aquaman (Jason Momoa). Tutto, per combattere insieme la nuova minaccia globale, rappresentata dall’alieno invasore Steppenwolf (Ciaran Hinds): epico e cupo, esce in streaming negli Usa e nel resto del mondo (in Italia su Sky e Now) Zack Snyder’s Justice League, il kolossal ripreso in mano dal regista Snyder che dovette abbandonare il set nel 2017 per la morte della figlia ventenne. È singolare che uno degli eventi filmici di questo 2021 consista nell’uscita di una riedizione di una pellicola arrivata nelle sale ormai quattro anni fa, e la singolarità è data da due fatti: numero uno, sono stati i fan che si sono mobilitati in massa via social a chiedere che Snyder riprendesse in mano il suo film portato a suo tempo a termine (delundendo gli appassionati) da Joss Whedon. Numero due: per questa operazione – che non è una semplice rivisitazione ma una vera e propria versione alternativa del film, tra reinserimento di scene tagliate ed altre nuove, con varie sorprese – la Warner Bros ha investito 70 milioni di dollari.