“La ronda di notte“ di Rembrandt
“La ronda di notte“ di Rembrandt

Il disegno preparatorio de La ronda di notte, uno dei capolavori di Rembrandt (1606-1669), è stato scoperto durante le operazioni di restauro dell’opera in corso da più di due anni al Rijksmuseum di Amsterdam. Il disegno permette di comprendere meglio l’approccio di Rembrandt alla composizione, da lui tracciata direttamente sulla tela. Il pittore olandese applicò un fondo marrone e poi impiegò una vernice beige con un alto contenuto di gesso per realizzare il primo disegno.

"La scoperta dell’abbozzo rappresenta una svolta in questa indagine: abbiamo sempre sospettato che Rembrandt avesse fato uno schizzo sulla tela prima di imbarcarsi in questa composizione incredibilmente complessa, ma non avevamo le prove. Ora siamo in grado di guardare sotto la superficie della vernice meglio che in qualsiasi altro momento e abbiamo le prove che cercavamo, dando una vera comprensione, per la prima volta, di come è stato realizzato il dipinto", ha detto il direttore del museo olandese Taco Dibbits.