Il Volo: Gianluca Ginoble (26 anni), Piero Barone (28 anni) e Ignazio Boschetto (27 an
Il Volo: Gianluca Ginoble (26 anni), Piero Barone (28 anni) e Ignazio Boschetto (27 an
"La musica ci ha dato forza e fatto sentire uniti nei momenti più difficili, adesso è il momento di ridarle i suoi spazi" dice Ignazio Boschetto de Il Volo. E come fai a dargli torto. Proprio sulle urgenze di alcuni tra i settori più provati dalla pandemia, quelli della cultura, dello spettacolo e del turismo, domani e sabato QN Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno accendono i riflettori di "Dietro le quinte: le arti oltre l’emergenza", due giorni d’incontri alla Reggia di Monza in cui mettere difronte i protagonisti del teatro, della musica, del cinema e del turismo italiano per fare il punto sulla situazione e dare voce alle tante domande ancora senza risposta in materia. Si comincia con un piede nel futuro, grazie al...

"La musica ci ha dato forza e fatto sentire uniti nei momenti più difficili, adesso è il momento di ridarle i suoi spazi" dice Ignazio Boschetto de Il Volo. E come fai a dargli torto. Proprio sulle urgenze di alcuni tra i settori più provati dalla pandemia, quelli della cultura, dello spettacolo e del turismo, domani e sabato QN Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno accendono i riflettori di "Dietro le quinte: le arti oltre l’emergenza", due giorni d’incontri alla Reggia di Monza in cui mettere difronte i protagonisti del teatro, della musica, del cinema e del turismo italiano per fare il punto sulla situazione e dare voce alle tante domande ancora senza risposta in materia.

Si comincia con un piede nel futuro, grazie al collegamento con il Padiglione Italia all’Expo di Dubai per introdurre una prima parte dei lavori, condotta dai direttori di Nazione e Giorno Agnese Pini e Sandro Neri, dedicata al ruolo svolto dalle città d’arte nell’Italia post-Covid, per poi toccare il delicato tasto dei teatri bloccati ormai da diciotto mesi.

"Il mondo dello spettacolo fermo significa migliaia di persone che non hanno un posto di lavoro, significa professioni che sono state interrotte e che in molti casi non ripartiranno, molti di noi, molti tecnici, molte maestranze hanno dovuto cambiare mestiere" ribadisce l’attore Stefano Scherini, fondatore e membro del Consiglio Direttivo dell’Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo. "Ecco perché chiediamo di tornare a una normalità subito, di riaprire i luoghi della cultura e dello spettacolo dal vivo, dove la comunità si ritrova per respirare bellezza, poesia, arte".

Alcuni focus sulle prospettive del mondo del cinema, dell’audiovisivo e della musica, condotti da Sandro Neri, compongono, assieme a un ‘intervista a Il Volo, il cartellone della seconda giornata, che il direttore di QN Quotidiano Nazionale e Il Resto del Carlino, Michele Brambilla, concluderà discutendo le proposte emerse dai due giorni di lavori assieme ai presidenti di Regione come Attilio Fontana, Lombardia, Francesco Acquaroli, Marche, Donatella Tesei, Umbria, Eugenio Giani, Toscana, e Giovanni Toti, Liguria.

"È un po’ doloroso dover constatare che spesso si fa una certa fatica a far capire che chi crea il tempo libero altrui non ha un tempo libero proprio. Perché il tempo libero degli altri coincide col suo mestiere. E che miglia di famiglie vivono grazie proprio al lavoro di chi opera nel mondo dello spettacolo" spiega Elena Sofia Ricci. "Quindi lo spettacolo non è solo una cosa bella, che fa bene all’anima, al cuore, e a volte cura addirittura da malattie come la depressione, ma porta pure ricchezza economica al paese".

Una visione condivisa e lanciata sui social e sulle pagine web dei nostri quotidiani da artisti come Mogol, Carlo Verdone, Shel Shapiro, Barbara Bouchet, Il Volo, Roberto Ciufoli, Federico Zampaglione, Umberto Tozzi, Senhit, Paolo Calabresi, Paolo Fresu, Cinzia Th Torrini, Fiorella Mannoia, Giovanni Veronesi, Red Canzian, Marco Bocci, Omar Pedrini, Fabrizio Moro e molti altri ancora per sensibilizzare le istituzioni sull’urgenza di riaprire in sicurezza tutte le attività del mondo culturale.

"Perché la ripartenza è solo una, quella al 100% di capienza dei luoghi di spettacolo" ribadisce Giuliano Sangiorgi. "Percentuali inferiori, infatti, significano meno persone coinvolte, meno opportunità di lavoro e, invece, voltare pagina per davvero significa non lasciare indietro nessuno".

L’evento, organizzato in presenza, sarà trasmesso in diretta streaming sui siti dei nostri giornali; sarà possibile seguirlo al link http:www.quotidiano.netdietrolequinte. Per assistere di persona, i lettori potranno prenotare la propria partecipazione al link http:www.quotidiano.netdietrolequinte: posti limitati a causa delle restrizioni in atto.