I professori de Il Collegio 5
I professori de Il Collegio 5

Roma, 4 novembre 2020 – Al Collegio 5 tra nuovi arrivi e vecchi drammi, gli studenti sono sempre più indisciplinati e sfidano in continuazione il corpo docente. Nella seconda puntata del docu-reality di Raidue arriva un nuovo studente: Simone Bettin, 16 anni dalla provincia di Pisa. “La mattina vado a scuola ma dormo in classe” dice il ragazzo con il ciuffo che affascina le ragazze. E aggiunge: “Gioco a calcio, sto al telefono ed esco con le ragazze”. Al test di ingresso pensa bene di chiamare la mamma al cellulare e farsi suggerire le risposte.

Per la classe 1992 è il momento di uno dei classici del collegio: il taglio dei capelli. Iniziano Rebecca Mongelli e Marco Crivellini tra il panico generare di tutti. “Ma sembro un pokemon” commenta Rahul Teoli, l’indiano di Livorno. Lacrime a fiumi per Giulia Matera, crisi di nervi per Luna Scognamiglio che preferisce andare dal preside piuttosto che tagliarsi le lunghe trecce. “O li taglia o è fuori” dice l’inflessibile Paolo Bosisio e l’aspirante pop star cede alle forbici del parrucchiere. Aurora Morabito, ancora sotto choc per la nuova acconciatura, invece, manda a quel paese il sorvegliante.

Al Collegio 2020 arriva un’altra new entry: Enzo, il bidello, “un nano da giardino” secondo Luna Scognamiglio. Il suo compito è distribuire panini, merendine e materiale scolastico come il famoso sussidiario.

La prima lezione è con il professore di storia e geografia Luca Raina. E Simone Bettin, che disturba fischiettando, finisce dal preside. Per punizione il collegiale deve pulire i bagni. Appena cala il sole, il giovane torna al suo impegno preferito: provarci con le ragazze. La prima ‘vittima’ è Luna Scognamiglio. Nel frattempo il gruppo mette sotto sopra l’aula. E, al mattino, arriva il preside che per individuare il responsabile della scorribanda notturna richiede la perizia calligrafica degli alunni. Alla fine Aurora Morabito confessa di aver scritto la frase incriminata alla lavagna e Bosisio vuole i nomi di tutti i ‘complici’ altrimenti è espulsa. I compagni delle scorribande sono costretti a confessare: il preside si rivela magnanimo e assegna una punizione all’insegna del giardinaggio.

Con il professore Andrea Maggi si parla di onestà ricordando la storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. E Simone Bettin finisce (ancora) fuori dall’aula. Con il professore Alessandro Carnevale si analizza il ruolo delle donne nell’arte, mentre la lezione di musica è all’insegna di Jovanotti.

Altra notte, altra irruzione dei ragazzi, stavolta per rubare il caciocavallo portato da Giulia Scarano (che poi per punizione dovrà pulire tutta la camerata). Simone Bettin, invece, si dedica alle conquiste e con Luna Scognamiglio scatta il bacio.

Settimana ricca di novità: per i collegiali c’è la lezione di recitazione con il maestro Patrizio Cigliano e poi quella di informatica con Carlo Santagostino e la lezione di yoga con la prof Valentina Gottlied. “Lo yoga è per depressi” dice Giulia Scarano. La classe si dà alla fuga, tranne Alessandro Guida.

Alla fine della seconda settimana, viste le continue e persistenti infrazioni alle regole, il preside impone un test per tutti (eccetto Guida). I ragazzi inizialmente decidono di lasciare in bianco il foglio, il preside dà loro l’ultimatum e così tutti insieme, aiutandosi e copiando, rispondono alle domande. “Qui non è un luogo di vacanza” tuona Bosisio che strappa tutti i compiti. “Mi sa che alla fine lo prederemo in quel posto” commenta sarcastico Bonard Dago. Cosa succederà alla classe 1992? Martedì 10 novembre, nella terza puntata, la risposta.