Mara Venier e Alberto Matano
Mara Venier e Alberto Matano

"Quest’anno il Premio Agnes celebra il ritorno in presenza per tutelare il giornalismo di qualità in quanto strumento di democrazia al servizio dei cittadini". Così Simona Agnes, presidente della Fondazione Biagio Agnes, ha spiegato il senso della XIII edizione del Premio Biagio Agnes, organizzato dalla Fondazione in collaborazione con la Rai. La serata finale è andata in onda ieri sera sull’ammiraglia nazionale, condotta da Mara Venier e Alberto Matano.

La giuria, presieduta da Gianni Letta, ha celebrato i vincitori: Rahila Saya, giornalista e attivista afghana (Premio internazionale); Massimo Franco del Corriere della Sera; Myrta Merlino, conduttrice de L’aria che tira su La7, Barbara Jerkov de Il Messaggero ed Emilia Costantini sempre del Corriere della Sera, premiate per televisione, miglior cronista e cinema. A Fabio Tamburini, direttore de Il Sole 24 ore, è andato il premio per l’economia e a Paolo Conti, Corriere della Sera, quello per la divulgazione culturale. E ancora: Premio fiction alla serie tv Il commissario Ricciardi; per la radio a Roberto Sergio con la squadra di Rai Radio; per lo sport ad Alessandra De Stefano. A Bruno Vespa il premio “Giornalista scrittore”. "Il nostro premio – conclude Simona Agnes – si impegna a far comprendere l’importanza di un’informazione sana e libera per ogni paese democratico".

Titti Giuliani Foti