L'iceberg A-68 nel 2017, quando si è staccato dall'Antartide - Foto: ANSA/EPA/ESA
L'iceberg A-68 nel 2017, quando si è staccato dall'Antartide - Foto: ANSA/EPA/ESA

Un aereo dell'aeronautica britannica ha condotto una ricognizione ravvicinata del più grande iceberg al mondo, raccogliendo video e immagini spettacolari. Il gigante di ghiaccio, noto come A-68A, sta navigando nell'Oceano Atlantico meridionale in direzione dell'arcipelago della Georgia del Sud, un territorio d'oltremare del Regno Unito, e si trova ormai a soli duecento chilometri di distanza: per questo motivo le forze armate inglesi della zona (BFSAI) hanno deciso di organizzare la missione allo scopo di monitorare lo stato dell'iceberg e di raccogliere informazioni utili a capire il suo comportamento futuro.
 

L'iceberg più grande del mondo

A-68 si è staccato da una piattaforma di ghiaccio dell'Antartide nel 2017: la sua superficie misurava 5800 chilometri quadrati, più di tutta la Liguria. In seguito si sono a loro volta separati dei blocchi minori e così l'estensione dell'iceberg principale, identificato appunto come A-68A, si è ridotta ai 4200 chilometri quadrati attuali, che equivalgono comunque a un Molise galleggiante.
 

Le spettacolari foto ravvicinate

L'Airbus A400M ha sorvolato l'iceberg a bassa quota e ha catturato immagini con un livello di dettaglio senza precedenti. Cinque foto sono state condivise dalle BFSAI sulla sua pagina Facebook e potete vederle qui sotto. Nell'ordine, mostrano il profilo del A-68A; le pareti verticali alte trenta metri; un tunnel alla base della superficie emersa contornato di profonde fenditure; alcuni grandi iceberg che si stanno scindendo; una distesa di blocchi e frammenti di ghiaccio che documentano come una vasta porzione di A-68A si stia disgregando.