I libri del 2024. Famiglie d’anima: il pamphlet di Murgia apre un anno da leggere

Il ritorno della scrittrice con l’opera terminata poco prima di morire. Poi la carica dei Nobel inediti, da García Márquez a Günter Grass.

I libri del 2024. Famiglie d’anima: il pamphlet di Murgia apre un anno da leggere
I libri del 2024. Famiglie d’anima: il pamphlet di Murgia apre un anno da leggere

Si può essere madri di figlie e figli che si scelgono e che a loro volta ci hanno scelte? Si può costruire una famiglia senza vincoli di sangue? La queerness familiare è una realtà e affrontarla è ormai una necessità politica: nelle ultime settimane di vita Michela Murgia, morta il 10 agosto 2023 a 51 anni, ha raccolto i suoi pensieri in un pamphlet sulla genitorialità, Dare la vita, che esce il 9 gennaio a cura di Alessandro Giammei. L’inedito di Murgia è tra le novità più attese dei primi mesi del 2024 in libreria, insieme al grande ritorno di personaggi molto amati come l’avvocato Guido Guerrieri creato da Gianrico Carofiglio che ritroviamo dopo cinque anni in L’orizzonte della notte (Einaudi Stile Libero Big) e come il Carlo Monterossi di Alessandro Robecchi (con Pesciolini rossi, Sellerio).

Tra i titoli di punta del nuovo anno spiccano anche i romanzi di

Silvia Avallone (Cuore nero, Rizzoli), Pino Cacucci (Dieguito e il Centauro del Nord, Mondadori, la storia di Pancho Villa) e Chiara Valerio, quest’ultima al suo debutto in Sellerio con una storia nera, Chi dice e chi tace mentre Antonio Manzini, il creatore del vicequestore Schiavone, entra nel catalogo del Giallo Mondadori con Tutti i particolari in cronaca, una storia che si interroga sull’equilibrio tra legge e giustizia (dal 9 gennaio). Torna il maresciallo Gino Clemente ne Il cuore è uno zingaro (Mondadori) di Luca Bianchini mentre Sellerio propone una nuova edizione di Un sabato, con gli amici di Andrea Camilleri che uscirà accompagnato da una nota di Nicola Lagioia.

Attesi anche Marabecca (La nave di Teseo) di Viola Di Grado, un romanzo visionario, ambientato in una Sicilia asfittica e mitologica, e Alma (Feltrinelli) di Federica Manzon, ambientato a Trisete. Con Piccoli miracoli e altri tradimenti (Feltrinelli) Valeria Parrella torna alla forma del racconto con cui ha esordito e vinto il Premio Campiello opera prima.

Con il romanzo Germanico (Mondadori) Valerio Massimo Manfredi torna alla Roma antica. A febbraio si aspetta per E/O il romanzo più spericolato e sorprendente di uno dei migliori scrittori della sua generazione, Errore 404 di Sacha Naspini. A marzo esce La condanna (Rizzoli) di Walter Veltroni che ci riporta alla Roma del 1944. In aprile è atteso per Harper Collins Il libro dell’amore impossibile di Giuseppe Culicchia, ambientato nella Napoli del Settecento

Ancora: l’autore di Tutto chiede salvezza Daniele Mencarelli si misura con due poemetti narrativi in Degli amanti, non degli eroi (Mondadori). Preziosa l’antologia di una grande poetessa, invisibile in libreria da troppi anni, A schiere le parole (MarcosyMarcos) di Jolanda Insana, a cura di Anna Mauceri. E Bompiani propone i Canti della gratitudine di Franco Arminio.

Da segnalare il lancio da parte di Feltrinelli della nuova collana: i “Tagli“, libri irregolari, romanzi, memoir e manifesti che raccontano storie di questo tempo con tra i primi titoli Noi vogliamo tutto. Cronache da una società indifferente di Flavia Carlini e Comunismo a Times Square di Giada Biaggi. Infine: per celebrare i 700 anni della morte di Marco Polo (1324- 2024) esce per Marsilio Il Milione. La descrizione dettagliata del mondo.

Per quanto riguarda la narrativa narrativa straniera, le maggiori attese sono per gli inediti di Nobel della letteratura come Gabriel García Márquez (a 10 anni dalla morte esce il 6 marzo il romanzo breve ritrovato tra le carte dello scrittore Ci vediamo in agosto, Mondadori, a cura di Cristobal Pera) e Günter Grass (il racconto Statue viventi, La nave di Teseo, con i disegni originali dell’autore) e per i grandi ritorni come quello del Premio Pulitzer Michael Cunningham e di Elizabeth Strout: in Day (La nave di Teseo) come nel capolavoro Le ore Cunningham attraversa il tempo con la storia di una famiglia e dei cambiamenti imprevedibili delle nostre esistenze, mentre la grande Strout con Lucy davanti al mare (Einaudi Supercoralli) ci porta all’inizio del 2020 quando in città arriva la notizia di un nuovo virus potenzialmente letale.

Torna anche Alicia Giménez-Bartlett con un nuovo romanzo Sellerio che vede protagonista Petra Delicado. Viene pubblicato per la prima volta in Italia il romanzo d’esordio di Marguerite Duras, Gli impudenti (Feltrinelli), prefazione di Rosella Postorino. Il 16 aprile è annunciata l’uscita (in Italia per Mondadori) del memoir di Salman Rushdie sul suo accoltellamento, il 4 giugno quella di Eruption (Longanesi), il romanzo postumo di Michael Crichton: incompiuto, è stato portato a termine da James Patterson.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro