3 apr 2022

I (giovani) briganti etici portano la Sicilia sulle tavole del mondo

Da terra dei briganti trascurata e abbandonata, a luoghi magici da riscoprire, tra i campi dove si coltiva frutta e verdura totalmente bio, trasformate anche in prodotti gourmet che, grazie all’e-commerce www.passoladro.it, raggiungono il mondo portando sulle tavole l’eccellenza della Sicilia, con la garanzia di un lavoro per i giovani, apprendisti dell’arte antica dei contadini. I ’briganti etici’ di Passo Ladro – giovani dai 22 ai 27 anni guidati da Anthony Lops, 23 anni, fondatore e Ceo della Startup Agritech 100% bio –, stanno riscattando terre depredate e abbandonate, trasformandole in un’attività imprenditoriale basata sulla coltivazione e sull’e-commerce di prodotti.

I briganti etici nascono da un’idea della famiglia Lops, che due anni fa, in pieno lockdown, ha deciso di intraprendere una nuova attività imprenditoriale, ‘Passo Ladro’ (la contrada della Val di Noto dove si trovano) capovolgendo una serie di fattori negativi: terre incolte, splendidi paesaggi abbandonati, disoccupazione. Partendo da un loro appezzamento di terreno, hanno coinvolto altri contadini, ridato vita alle terre, moltiplicato la produzione di frutta e verdura grazie alla vendita online. Guerra anche all’inquinamento e all’uso di prodotti chimici. "Come alleanza – spiega Antony – raggiungiamo circa 250 ettari, ma spero che aumentino. Vogliamo insegnare alle nuove generazioni il valore della terra e restituire un futuro alla Sicilia. La richiesta di prodotti italiani bio sta diventando sempre più forte anche dall’estero e nel 2021 ci siamo aperti al panorama internazionale, avviando l’e-commerce anche al mercato oltreconfine".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?