Dettaglio del poster - Foto: B-Reel Films
Dettaglio del poster - Foto: B-Reel Films

Dopo l'anteprima mondiale al Festival di Venezia 2020, il documentario 'I Am Greta', che racconta la campagna condotta da Greta Thunberg per combattere la crisi climatica, avrebbe dovuto uscire nelle sale cinematografiche italiane. Poi è esplosa la seconda ondata della pandemia di Coronavirus, i cinema sono stati chiusi e così è tornata in auge la tipologia di distribuzione sperimentata ai tempi del primo lockdown: lo streaming attraverso il circuito digitale iorestoinSALA e la piattaforma online MioCinema. A partire da sabato 14 novembre possiamo acquistare un biglietto virtuale e guardare il film da casa.


I Am Greta, tutto sul documentario

Nell'agosto del 2018 l'allora quindicenne Greta Thunberg iniziò uno sciopero solitario davanti al parlamento svedese: a suo modo di vedere, i politici non stavano agendo con prontezza ed efficacia alla crisi climatica e non stavano mettendo in atto le misure necessarie a contrastare il surriscaldamento climatico. Tempo poche settimane e altre persone si unirono alla protesta, che presto travalicò i confini nazionali e si allargò al mondo intero, coinvolgendo soprattutto le fasce più giovani della popolazione (anima dei cosiddetti Fridays For Future). Greta Thunberg si ritrova improvvisamente sotto i riflettori, viene invitata a parlare con i capi di governo e a tenere discorsi al Summit dell'ONU: lei arriva, non dimostra alcun timore riverenziale e, siccome è "una secchiona" (parole sue), snocciola i dati prodotti dalla comunità scientifica ("non dovete ascoltare me, dovete ascoltare la scienza" è un suo mantra), nel tentativo di ottenere un risultato.

In quei mesi il documentarista Nathan Grossman la segue, raccoglie immagini d'archivio che la riguardano e alla fine ha abbastanza materiale in mano per montare il documentario 'I Am Greta', che alterna un ritratto intimo della giovane attivista alla sua avventura pubblica, quella che parte da una protesta solitaria e arriva ai discorsi di fronte ai rappresentanti politici di tutto il pianeta. La critica presente al Festival di Venezia, dove il film viene proiettato in anteprima, lo recensisce positivamente.

Il trailer



Come guardare il documentario

Per vedere 'I Am Greta' (sottotitolo: 'Una forza della natura') ci sono due possibilità: affidarsi a iorestoinSALA oppure a MioCinema. In entrambi i casi bisogna registrarsi (è gratis) e poi pagare un biglietto che consente di accedere alla visione online (da 3 a 7,9 euro, a seconda dei casi). La chicca per il debutto del film, sabato 14 novembre alle 20:30, è la possibilità di assistere anche a una presentazione in diretta streaming tenuta da Mario Tozzi (geologo e ricercatore CNR), Tommaso Perrone (giornalista e direttore di Lifegate), Giovanni Mori (di Fridays for Future) e Alessandro Giacobbe (Circuito Cinema Genova/#iorestoinSALA).

Leggi anche:
- 'Pixar - Dietro le quinte', la docuserie di Disney+
- 'I favoriti di Mida', la nuova serie spagnola di Netflix
- Miles Teller e Shailene Woodley in una satira su Donald Trump