Martedì 23 Luglio 2024

I 60 anni di Tombolini. Smoking o cravatta. Per l’uomo moderno un’eleganza Ultra Light

Tombolini celebra 60 anni di eleganza e innovazione a Pitti Uomo 106 con la collezione Ultra Light 2025. Un mix di tradizione e modernità, legame con le Marche e impegno per il futuro.

I 60 anni di Tombolini. Smoking o cravatta. Per l’uomo moderno un’eleganza Ultra Light

I 60 anni di Tombolini. Smoking o cravatta. Per l’uomo moderno un’eleganza Ultra Light

Un solo tessuto e una sola filosofia di stile per celebrare i 60 anni di Tombolini, l’azienda sartoriale con sede a Urbisaglia nelle Marche fondata nel 1964 da Eugenio Tombolini al quale viene dedicata una festa in stand a Pitti Uomo 106 dove la collezione per la prossima estate è esposta in mezzo a due grandi ulivi simbolo dalla tenacia dell’azienda e del territorio marchigiano dove vive. "Dallo smoking all’abito con la giacca camicia, dalla cravatta alla pochette, tutto è racchiuso nella capsule estate 2025 Ultra Light di Zero Gravity – racconta Silvio Calvigioni Tombolini, terza generazione del brand, direttore commerciale e marketing – per un guardaroba pratico, elegante e superleggero. La tela di lana e seta che usiamo è sottilissima in doppio ritorno dal peso di soli 86 grammi al metro quadro, lavorata dalla delicatezza e bravura di mani artigiane. Libertà del vestire e trasformismo con abito, spolverino richiudibile che diventa poggiacollo da viaggio e la camicia classica ideale".

Tanto pubblico e tanti clienti nello stand ad ammirare il prodigio Zero Gravity che da sei anni ha cambiato lo stile del brand, rendendolo modernissimo e raffinato. Alta qualità al contemporaneo, un comfort che avvicina consumatori giovani per un classico sempre rinnovato. Forte il legame col territorio delle Marche, esaltato anche di recente con la produzione dell’olio extravergine di oliva Tombolini. E poi l’impegno per le nuove generazioni per formare gli artigiani di domani, con la Fondazione Eugenio Tombolini e la creazione di una Scuola di sartoria in azienda a Colmurano (Macerata). Un mondo di radici profonde, un rispetto assoluto per il cliente. "L’investimento sul capitale umano è per noi un valore importante", continua Silvio che ha siglato una partnership con l’Al-Nassr il club arabo di Cristiano Ronaldo. Tombolini diventerà lo sponsor ufficiale della squadra per il formalwear a partire da questa stagione.

In azienda lavorano 130 persone, con l’indotto salgono a 200, i negozi monomarca sono in paesi come la Cina, il Kazakistan, la Moldavia, il Kosovo e la Repubblica Ceca, il Qatar e presto il Sud Arabia che Silvio Calvigioni Tombolini pensa si a il mercato del futuro. Da alcuni anni da Tombolini si producono anche capi da donna, ma ancora solo per l’8 per cento della produzione. Con un faturato intorno ai 15 milioni di euro ora Tombolini si prepara al grande salto, con un + 27% registrato nel 2023.

Eva Desiderio