Lunedì 22 Luglio 2024

I 10 dolci più buoni del mondo

‘TasteAtlas’ è un motore di ricerca globale dedicato a ingredienti, specialità e tradizioni culinarie

I 10 dolci più buoni del mondo

I 10 dolci più buoni del mondo

‘TasteAtlas’ è un grande atlante online che offre guide gastronomiche esperienziali, valutazioni e classifiche basate su locali, botteghe storiche, piatti e specialità provate dagli utenti in giro per il mondo. L’obiettivo, secondo quanto viene sottolineato sullo stesso sito web, è promuovere eccellenze locali e tradizioni, suscitando curiosità per bontà e sperimentazioni culinarie che non si sono ancora provate. Di recente ‘Taste Atlas’ ha stilato una graduatoria dei dolci migliori al mondo sulla base di oltre 70.000 valutazioni. Ecco le prime cinque posizioni della classifica.

1) Crêpes (Francia)

Questi deliziosi dolci preparati con farina, uova, latte e burro, mescolati fino a ottenere una sottile pastella che poi viene versata in un’apposita padellina dove viene fritta. Le crêpes sono originarie della regione della Bretagna. Erano tradizionalmente associate alla festa della Chandeleur, una celebrazione cristiana che cade il 2 febbraio. La loro forma rotonda e sottile richiamava l’aspetto del sole e simboleggiava la fine dell'inverno e l'arrivo della primavera. Sempre secondo la tradizione, se durante la cottura sono lanciate in aria e poi atterrano nella padella senza cadere in terra, ciò è di buon auspicio e indice di prosperità per la propria famiglia.

2) Bombocado (Brasile)

Il bombocado (letteralmente, buon boccone) è un dessert brasiliano preparato con cocco grattugiato, latte condensato, zucchero, uova e farina di frumento. La miscela viene cotta, poi fatta raffreddare e infine tagliata a spicchi. Può essere servita con una spolverizzata di zucchero a velo, una spruzzata di succo di limone per un tocco extra di freschezza o, per una nota ancora più golosa, con un ciuffo di panna montata e una tazza di caffè brasiliano.

3) Queso helado (Perù)

È un dessert molto simile al gelato e affonda le sue origini nella regione peruviana della Arequipa. I suoi ingredienti sono solitamente latte intero, latte condensato, cannella, chiodi di garofano, cocco essiccato, zucchero e tuorli d'uovo. Entrambi i tipi di latte vengono cotti a fuoco lento con tutto il resto eccetto i tuorli d'uovo. Questi ultimi vengono aggiunti uno per uno nella pentola a fuoco spento, poi si riprende a cuocere il mix lasciandolo sobbollire per alcuni minuti. La miscela viene passata attraverso un setaccio per rimuovere le spezie e poi viene messa nel freezer fino a quando non è completamente congelata.

4) Tiramisù (Italia)

La creazione del tiramisù – che combina ed esalta i sapori di caffè, cacao e crema al mascarpone su strati di savoiardi – è contesa tra le regioni del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia e risalirebbe al periodo compreso tra gli anni Sessanta e i Settanta del Novecento. Una delle prime ricette documentata per il tiramisù (senza liquore, fa notare ‘TasteAtlas’) è stata pubblicata nella primavera del 1981 sulla rivista ‘Vin Veneto’ in un articolo sui dessert a base di caffè a firma di Giuseppe Maffioli, un rinomato critico gastronomico e membro dell'Accademia Italiana della Cucina.

5) Crème Brûlée (Francia)

Il suo nome significa letteralmente crema bruciata in francese, il che riflette la caratteristica crosticina di zucchero caramellato che lo contraddistingue. È composta principalmente da una crema a base di uova, panna, zucchero e vaniglia. La crema viene cotta lentamente fino a quando si solidifica ma rimane morbida e setosa. Quindi, la superficie della crema viene spolverizzata con zucchero e caramellata con un cannello da cucina o sotto un grill per creare il sottile strato croccante in superficie. A seguire le ultime 5 posizioni della classifica dei dolci migliori del mondo secondo gli utenti di ‘TasteAtlas’.

6) Dulce de leche (Argentina)

Si tratta di un dolce al latte condensato originario dell'Argentina e dell'Uruguay. Tradizionalmente, viene preparato riscaldando il latte vaccino zuccherato fino a farlo caramellare e ottenere una consistenza densa, a tal punto che può essere usata come crema spalmabile, ripieno per torte e crostate o come topping per il gelato. La leggenda narra che il dulce de leche abbia avuto origine a Buenos Aires nel 1829, quando una domestica del leader argentino Juan Manuel de Rosas stava preparando la lechada riscaldando zucchero e latte. Poiché lasciò sul fuoco quel mix un po' più a lungo del solito, notò che si era trasformato in una sostanza di colore marrone scuro… ed è così che nacque, per l’appunto, il dulce de leche.

7) Soufflé au chocolat (Francia)

Il soufflé al cioccolato è un altro tipico dessert francese che combina il cioccolato fondente con una base cremosa di tuorli d'uovo e soffici chiare d'uovo. Tipicamente preparato in piccole cocottine, dovrebbe essere sempre leggermente cotto per rimanere morbido e vellutato all'interno, con una deliziosa crosta croccante. Come le altre varietà di soufflé, anche la versione al cioccolato è considerata tecnicamente impegnativa, dato che occorre eseguire la preparazione a regola d’arte, come accade per tutti i soufflé, anche quelli salati.

8) Sernik (Polonia)

È una sorta di cheesecake originaria della Polonia, che affonda le sue radici nelle antiche tradizioni cristiane ed ebraiche. È preparata con uova, zucchero e twaróg, un tipo di formaggio fresco a base di cagliata che viene utilizzato nei dolci da centinaia di anni. Si crede che il sernik abbia avuto origine nel XVII secolo, quando il re Jan III Sobieski portò la ricetta con sé dopo la vittoria contro i Turchi nella Battaglia di Vienna. Oggi esistono molte varianti del sernik, alcune cotte al forno e altre no, ma di solito sul fondo c’è sempre uno strato sbriciolato di torta. Spesso al sernik vengono aggiunti uvetta, salsa di cioccolato o frutta. Una delle varianti più popolari del dessert ha una base di pan di Spagna ricoperta di gelatina e frutta.

9) Kaiserschmarrn (Austria)

È essenzialmente una specie di grande pancake, noto per la sua deliziosa consistenza soffice e la sua preparazione relativamente semplice. Il nome deriva dall'imperatore austriaco Francesco Giuseppe che, secondo la leggenda, ne fu un grande appassionato. Per prepararlo viene cotto un impasto a base di uova, farina, latte, zucchero e burro in una padella fino a quando diventa dorato e soffice. Quindi, l'impasto viene strappato in pezzi più piccoli con una spatola, spesso usando due forchette, e viene cotto ulteriormente fino a quando diventa dorato e croccante. Può essere servito con zucchero a velo, marmellata o frutta fresca.

10) Medovik (Russia)

È una popolare torta a strati al miele composta da sottili dischi di pan di Spagna, alternati con una crema al miele. Sebbene esistano numerose varianti della torta, di solito la crema è preparata con panna montata o diverse combinazioni di latte condensato e burro. Si crede che la torta sia apparsa per la prima volta negli anni '20 del XIX secolo e sia stata inizialmente creata per la moglie di Alessandro I di Russia. L'aggiunta di latte condensato probabilmente risale all'era sovietica, mentre le moderne varianti possono includere frutta o cioccolato. Il Medovik è spesso associato alla stagione invernale ed è comunemente servito alla vigilia di Natale, ma può essere gustato durante il resto dell'anno, sia come deliziosa colazione che come sostanzioso dessert.