Domenica 14 Luglio 2024
GIUSEPPE TASSI
Magazine

Hyundai Kona. Ecco l’elettrico per la famiglia

Hyundai Kona. Ecco l’elettrico per la famiglia

Hyundai Kona. Ecco l’elettrico per la famiglia

Un moderno Ev Store di Salerno (Autosantoro) e le strade da brivido, in tutti i sensi, della Costiera amalfitana. In questa cornice Hyundai presenta la nuova Kona edizione 2023. Un ambizioso Suv del segmento B, che vanta anche versioni a benzina e ibride di largo successo. Ma tutte sono state sviluppate sulla piattaforma ideata per il modello elettrico. Perchè Hyundai ha deciso di sposare in modo risoluto la svolta verde, tanto da stanziare 15 miliardi di euro di qui al 2030 per produrre 11 nuovi modelli Ev di cui 5 Suv. Kona, che è la capostipite coreana dell’elettrico (anno di nascita 2020), trasferisce il suo laboratorio europeo in Repubblica Ceca. Da lì arriva quest’auto affilata con il muso pronunciato, le fiancate profondamente scolpite, la mascherina nera che disegna la parte bassa del frontale. Le superfici sono voluminose e l’impatto forte è quello di un Suv corposo con la linea di cintura che abbraccia lo spoiler e assorbe la terza luce posteriore.

La ricerca di spazio e di comfort aggiuntivo è la prima opzione con 4,35 metri di lungezza (15 cm in più del modello precedente), una console centrale aperta, sedili sottili per offrire più agio alle gambe, un bagagliaio da 466 litri, un abitacolo ampio e modulabile con sedili a scomparsa. Nuova Kona è un’auto elettrica pensata per la famiglia con portellone posteriore intelligente ad altezza regolabile, impianto Bose ad alta fedeltà per ascoltare la musica con 7 altoparlanti, la chiave digitale condivisibile da tre persone. Due le opzioni entrambe con monomotore elettrico anteriore: la prima con batteria da 48.4 kWh, 156 cv e 377 km di autononia e la seconda con 65.4 kWh, 218 cv e autonomia compresa fra i 454 e i 514 km, in base al tipo di cerchione che oscilla fra i 17 e i 19 pollici.

Alla guida Kona si rivela silenziosa e morbida come ogni auto elettrica, ma con un carattere forte quando serve il guizzo per un sorpasso o un’accelerzione pronta. Il doppio display da 12,3 pollici e l’head up display faciitano le funzioni di guida, riportando in modo chiaro le indicazioni di percorso, la leva del cambio è posta dietro il volante mentre una rotella collocata nel tunnel centrale governa le modalità di guida. Molto efficace il sistema di rigenerzione dell’energia in frenata, anche grazie all’uso delle palette al volante che ne regolano l’inensità. Disponibile l’i-Pedal, che permette di rallentare e frenare con il semplice rilascio dell’acceleratore.

La ricarica, basata su una tecnologia a 400 Volt, richiede 41 minuti per reintegrare energia dal 10 all’80 per cento in una stazione a corrente continua. Il sistema elettronico consente di individuare le colonnine e i parcheggi più vicini. Ricchi anche gli Adas, con la perla della telecamera in cabina che monitora le condizioni di stanchezza del conducente e segnala l’esigenza di una sosta. La versione di Kona hybrid da 48.4 kWh parte da 42.000 euro, quella da 65,4 ha un listino da 49.900 euro.