Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 set 2021

Boldi: "Ho inventato io Striscia, ora è noiosa. Che peccato aver detto no alla Disney"

L’attore, 76 anni, si racconta: proposi a Ricci il primo tg satirico, vorrei solo che riconoscesse che è stata una mia idea. "Al Derby conobbi Jannacci, che era medico. Presi la pleurite, mi curò lui. Potevo andare in America, De Laurentiis me lo sconsigliò"

20 set 2021
piero degli antoni
Magazine
featured image
Massimo Boldi, 76 anni
featured image
Massimo Boldi, 76 anni

"Striscia la notizia l’ho inventata io, dieci anni prima che la facesse Ricci. Dopo aver visto su Telereporter un tizio che trasmetteva un tg parlando soltanto di quello che avveniva alla Comasina, scrissi il testo di un tg divertente. Lo feci al Derby, poi ad Antenna 3, poi a Risatissima su Canale 5, con l’aiuto di Zuzzurro e Gaspare. Non era qualcosa di simile a quello che avevano già fatto Alighiero Noschese o Walter Chiari: loro imitavano i giornalisti veri. Io invece facevo un tg comico. Siamo al 1978-’79. Dopo il Fantastico con Celentano, per rientrare a Canale 5, Berlusconi mi affidò ad Antonio Ricci. Gli propongo l’idea del telegiornale e lui mi risponde: ‘Belìn, ancora il telegiornale, sono 10 anni che lo fai! È una rottura di scatole’. Due anni dopo, mentre sono a Grand Hotel, un pomeriggio vengono Zuzzurro e Gaspare e mi sussurrano: ‘Ma lo sai che D’Angelo e Greggio stanno facendo le prove per un tg comico?’ Allora mi incavolo e chiamo Silvio – allora lo chiamavi direttamente – e gli racconto tutto. ‘Ma sì’, risponde lui, ‘lo fanno per tre mesi, lasciamoli divertire’. E invece è trent’anni che vanno avanti! Mi piacerebbe che almeno fosse scritto: ‘Da un’idea di Massimo Boldi’". Come giudica la Striscia di oggi? "Mi annoia. Ormai è un programma costruito sui filmati o le segnalazioni della gente. La prima Striscia era un’altra cosa. Identica a quello che facevo io a Risatissima". In questi anni la comicità è cambiata. Pio e Amedeo hanno osato fare una comicità politicamente scorretta... "Sono due personaggi necessari, se vuoi emergere devi essere diverso. Hanno avuto il coraggio – e con loro chi glielo ha consentito – di andare controcorrente". Che ne pensa dei comici che vengono dal web? "Mi fa molto ridere Stefano Musazzi, lo metterei ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?