28 gen 2022

"Ho fatto la guerra e vi racconto chi era Rabin"

Il regista Amos Gitai: ero un pilota nel conflitto del Kippur, mi salvai per miracolo e lui fu il solo a indicare una via concreta per la convivenza di Israele e Palestina

silvio danese
Magazine

di Silvio Danese Suo padre Munio Weinraub, architetto del movimento Bauhaus, ebreo accusato nel ’33 di “tradimento del popolo tedesco” e incarcerato, espulso dalla Germania emigrò in Palestina e si trasferì ad Haifa. Figlio di architetto e con anni di studi universitari di architettura alle spalle, "sono costruttore di film", dice Amos Gitai, nato ad Haifa 71 anni fa, emigrato a Parigi, ormai autore di una vasta e fondamentale opera che interroga e racconta Israele. Con un perno tragico e una missione: non abbandonare la memoria, motivi e conseguenze, dell’assassinio di Yitzhak Rabin, il premier laburista di Israele ucciso nel 1995. In ordine cronologico, i sei documentari di Give peace a chance (1994), quando il neo primo ministro vinse il Nobel per la Pace con il capo del governo palestinese Yasser Arafat, il documentario The arena of murder (1996), memoriale sul delitto e la figura del presidente, poi il film Rabin, the last day (2015), a metà tra ricostruzione in fiction e documentario, lo spettacolo Rabin, cronaca di un assassinio annunciato ad Avignone (2016), la mostra passata anche al Maxxi di Roma Rabin, cronaca di un assassinio annunciato e i 30.000 documenti depositati alla Biblioteque Nationale. Ora, il libro-summa appena uscito in Francia e subito pubblicato in Italia da Elisabetta Sgarbi: Yitzah Rabin, Cronache di un assassinio (La Nave di Teseo). Nelle sue parole, "questa è una stategia artistica". Amos Gitai, di solito si fa strategia per una battaglia. Qual era ieri, qual è oggi? "Non ho mai studiato un’ora di cinema prima di decidere di fare cinema. Dunque cos’è successo per arrivare a tutto questo? Ero pilota di elicottero nella guerra dello Yom Kippur. Era il quinto giorno di guerra, ed era anche il mio compleanno. Stavamo andando a recuperare dei feriti. Un missile siriano tagliò la testa al secondo pilota, di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?