di Eva Desiderio

Scommettere sulla crescita, coltivare la passione per il Made in Italy, difendere la filiera del tessile-abbigliamento italiano che è un fenomeno produttivo unico al mondo, lanciare il cuore oltre l’ostacolo proprio in questi mesi di crisi e di emergenza per la pandemia. Insomma, guardare al futuro con molti fatti e poche parole, lavorare con massimo impegno per la difesa e lo sviluppo dell’azienda. Sono questi i principi che guidano la Herno, l’azienda di capispalla per uomo, donna e bambino, famosa nel mondo per la sua eccellenza e per il suo essere concretamente alla moda. Guidata dal presidente e direttore creativo Claudio Marenzi, imprenditore con grande esperienza nel settore per aver guidato Sistema Moda Italia, Confindustria Moda ed è ora al secondo mandato come presidente di Pitti Immagine, la Herno ha da sempre la sede a Lesa, sul lago Maggiore dove è stata fondata nel 1949 da Giuseppe Marenzi, padre di Claudio che ha mosso i primi passi con lui tanti anni fa cominciando ad accompagnarlo a Pitti Uomo.

"Siamo ancora in emergenza – dice il presidente Marenzi – ma dobbiamo andare avanti, concentrandoci su prodotti di qualità e innovativi, su ricerca e sviluppo retail". Scelte coraggiose che hanno portato recentemente all’apertura di due negozi in Cina, con l’etichetta Herno che brilla a Pechino e Shanghai, e poi in Italia con la nuova boutique a Venezia in calle XXII Marzo.

Per la produzione invece sta riscuotendo molto interesse l’etichetta Herno Globe che sottende a un progetto virtuoso e visionario e che fa parte della main collection: un tema importante questo della sostenibilità per l’azienda fin dal 2010, quando si montarono i pannelli fotovoltaici per autoalimentarsi. E poi la ricerca di tessuti e bagni di colore, di nylon e lane riciclate attenti all’ambiente e alla salute. Al Pitti Uomo di gennaio scorso l’ultima bella novità col lancio della prima collezione di calzature Herno Laminar Assoluto, prima scarpa training shoes per uso cittadino in accordo con Scarpa: il progetto continua anche per la prossima primavera estate 2021. Pesa 320 grammi, ha un drop di 6 millimetri che rende la calzatura molto confortevole per essere indossata tutto il giorno, il puntale è rivestito di gomma protettiva. Realizzata in 5 colori (bianco, grigio, blu e nero e anche in versione catarifrangente) è prodotta per la versione maschile e per quella femminile con dettagli in argento specchiato.

A settembre invece ecco il lancio della collezione di maglieria integrata nella collezione Herno e Herno Laminar. Molto bene anche la linea con il tessuto iconico stampato con l’H, simbolo del nome del marchio, sul trench per lei e lui di vera eleganza senza tempo.