Harry e Meghan (Ansa)
Harry e Meghan (Ansa)

Il principe Harry e Meghan Markle hanno annunciato quale sarà la prima serie TV prodotta all'interno del contratto multimilionario siglato con Netflix: si intitola 'Heart of Invictus' ed è una docuserie incentrata sulle storie personali di alcuni partecipanti agli Incivtus Games. Parliamo dell'evento sportivo internazionale voluto dal duca del Sussex e dedicato a militari, ancora in servizio oppure veterani, che hanno riportato ferite, lesioni o malattie durante il loro impegno sotto le armi. La prima edizione si è tenuta nel 2014 e la quinta, che si svolgerà nel 2022 nei Paesi Bassi, sarà al centro del documentario 'Heart of Invictus'. Il principe Harry comparirà di fronte alla telecamera e svolgerà anche funzioni di produttore esecutivo.
 

La serie documentaria di Harry e Meghan

I duchi del Sussex hanno fondato nel 2020 Archewell Inc., organizzazione con la quale producono e realizzano programmi capaci di "informare, elevare e ispirare" le persone. Nasce da qui il loro podcast in esclusiva per Spotify e anche il contratto firmato nel settembre 2020 con Netflix in vista di futuri documentari, film, serie TV e show per bambini. Il primo nato di questo accordo è appunto 'Heart of Invictus', storia di alcuni atleti impegnati nella quinta edizione degli Invictus Games, quella che avrebbe dovuto tenersi nel maggio del 2020 ma che è stata posticipata al 2022 a causa della pandemia di Coronavirus. Teatro dei giochi sarà la città di L'Aia.

Un atleta con disabilità

Un esempio di resilienza e determinazione

Commentando la notizia, il principe Harry ha dichiarato: "Sin dalla prima edizione del 2014 sapevamo che ogni partecipante agli Invictus Games avrebbe contribuito in modo eccezionale a costruire un affresco di resilienza, determinazione e risolutezza. Questa docuserie darà alle persone di tutto il mondo la possibilità di aprire una finestra sulle storie commuoventi ed edificanti di questi concorrenti nel loro cammino verso i Paesi Bassi e verso il prossimo anno". E poi ha concluso: "Non potrei essere più eccitato per il viaggio che ci aspetta o più orgoglioso per la comunità di Invictus e la sua capacità di essere costante fonte di ispirazione per la guarigione globale, il potenziale umano e il servizio continuo".

Leggi anche:
- Meghan e Harry, c'è polemica attorno al podcast su Spotify
- Il principe Harry ha un nuovo lavoro
- Il brand Meghan-Harry è un problema per la royal family