Una scena di 'Zombi Holocaust' - Foto: Flora Film/Fulvia Film/Gico Cinematografica
Una scena di 'Zombi Holocaust' - Foto: Flora Film/Fulvia Film/Gico Cinematografica

Vanno bene i film di paura presi fra i migliori horror della storia, ma la tradizionale visione collettiva di Halloween può anche rivolgersi a prodotti sgangherati e a bassissimo budget, che però sono tanto brutti da fare il giro e diventare belli. Abbiamo selezionato tre titoli che vale la pena di recuperare.


Birdemic: Shock And Terror (2010)

Ricorda 'Gli uccelli' di Alfred Hitchcock, solo che è molto, molto più raffazonato. Racconta la storia di due giovani amanti che guardano con ottimismo a un futuro roseo: peccato che volatili mutanti decidano di rovinare i loro piani di felicità seminando morte e distruzione un po' ovunque. Effetti speciali di cartone rendono assolutamente memorabili le scene di lotta contro gli uccelli. Il regista e sceneggiatore James Nguyen ha anche realizzato un sequel, 'Birdemic 2: The Resurrection' (2013) e spera di poter completare la trilogia con 'Birdemic 3: Sea Eagle': ancora ci sta lavorando.




Troll 2 (1990)

Una famigliola statunitense affitta una casa di campagna per trascorrervi un po' di tempo: non sa che la zona è abitata da famelici mostriciattoli vegetariani, che intendono trasformare tutti in piante per poterli mangiare con calma (e senza venire meno al divieto sulla carne). Non fatevi ingannare dal titolo: la produzione impose 'Troll 2' per cercare di vendere questo horror come sequel di 'Troll' (John Carl Buechler, 1986). In realtà non è un sequel e non ci sono nemmeno i troll, perché i mostri sono goblin. Geniale l'intuizione del regista e sceneggiatore Claudio Fragasso, che aveva assistito impotente al massacro dei suoi primi horror in fase di montaggio, allo scopo di tagliare gli eccessi di gore: così, in 'Troll 2' non riduce la violenza, ma sostituisce il sangue rosso con del liquido verdastro. Che scorre a fiumi.




Zombi Holocaust (1980)

Una spedizione scientifica parte alla volta delle isole Molucche nel tentativo di fare luce sul mistero di cadaveri orrendamente mutilati in quel di New York. Si scopre che uno scienziato pazzo fa esperimenti sugli indigeni, trasformandoli in zombi. Ma la bellissima e nudissima antropologa della spedizione viene eletta capopopolo dagli indios e si mette alla testa della loro ribellione. 'Zombi Holocaust' è un horror splatterosissimo, una festa di sangue, squartamenti, bulbi oculari azzannati e poppe al vento. L'ha girato a 76 anni Marino Girolami, che si firma Frank Martin.