11 gen 2022

Golden Globes, trionfa l’incubo americano

Edizione sottotono, Sorrentino a mani vuote: vincono i cowboy maligni e ambigui della Campion e le lotte di potere di “Succession“

chiara di clemente
Magazine

di Chiara Di Clemente Il morbo che l’America cerca di combattere senza riuscire a sconfiggere non è la pandemia, ma un male atavico: i figli lo individuano nei propri padri, nel loro esercizio di una tirannia economica e morale tanto pervasivo quanto crudele e senza scrupoli, ma dalla lotta che intraprendono per provare a distruggerli – ad annientarli, o almeno a cambiarne le regole – escono perdenti e pure irrimediabilmente contaminati. Accade nel film Il potere del cane, ambientato al tramonto del Vecchio West, quando ai cavalli si vanno sostituendo le automobili: il male è il seme della violenza che porta in sé il cowboy Benedict Cumberbatch, ereditato dal suo mentore e pronto a sbocciare – inaspettatamente, con sottile eppure ancor più dirompente e implacabile forza – nel giovane nipote acquisito. E accade nella terza stagione della serie tv Succession, ambientata nella New York di oggi, nei palazzi dell’impero mediatico Waystar: il male è sempre lì tra le mani dell’anziano capofamiglia uso a venire a patti con ogni forma di corruzione e a considerare al suo personale servizio l’umanità tutta, dal Presidente Usa ai quattro figli; i quattro figli vivono in un flusso di eventi e coscienza in cui la lotta sistematica all’uomo e al male che incarna è costantemente sconfitta, minata dall’alternanza repentina con cambi di guardia, accondiscendenze e rese dovute ora alle convenienze economiche ora – purtroppo o per fortuna i figli son ben più fragili dei padri – alle incertezze sentimentali scatenate dai legami di sangue. È il racconto di questo male ad aver trionfato ai Golden Globes 2022, dove Sorrentino è stato battuto dal giapponese Drive My Car. Nell’edizione più sottotono della storia, orfana del glamour della diretta tv da Los Angeles cancellata a causa delle polemiche che hanno investito l’associazione della stampa estera a Hollywood (scandali ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?