Dettaglio del poster - Foto: 20th Century Fox
Dettaglio del poster - Foto: 20th Century Fox
Will Smith contro Will Smith: giovedì 10 ottobre esce nelle sale cinematografiche italiane 'Gemini Man', il film nel quale un vecchio agente segreto e sicario deve affrontare un suo clone più giovane. Alla regia c'è il taiwanese Ang Lee, apprezzato a Hollywood grazie a titoli come 'Vita di Pi', 'I segreti di Brokeback Mountain' e 'La tigre e il dragone'. Le recensioni della critica internazionale suggeriscono però che questa volta Lee non ha portato a casa un prodotto al livello dei precedenti.

Gemini Man, tutto sul film

La storia ha per protagonista Henry Brogan, un assassino al soldo del governo statunitense che sta pensando di andare in pensione e che invece si ritrova costretto ad affrontare un misterioso sicario incaricato di ucciderlo. Salta fuori che è un suo clone, in grado di prevenire ogni sua mossa e progettato per non provare dolore o sentimenti. Il confronto fra i due consentirà di svelare un pericoloso progetto di clonazione: ma chi avrà la meglio fra il vecchio Brogan e il giovane?

A interpretare entrambi i killer troviamo Will Smith, ringiovanito al computer quando deve vestire i panni del clone di se stesso. Nel resto del cast spiccano l'alleata del protagonista interpretata da Mary Elizabeth Winstead ('10 Cloverfield Lane'), il collega Benedict Wong ('Doctor Strange') e l'antagonista Clive Owen ('I figli degli uomini').

'Gemini Man' è un progetto coccolato per anni, da Hollywood: nel 1997 avrebbe dovuto essere diretto da Tony Scott, poi le cose si sono arenate ed è cominciato un lungo periodo nel quale cambiavano i registi e gli attori protagonisti presi in considerazione. Nel frattempo una quantità di sceneggiatori hanno preso in mano il copione, riscrivendolo e limandolo: la versione che vediamo su grande schermo è firmata da David Benioff ('Il Trono di Spade'), Billy Ray ('Captain Phillips - Attacco in mare aperto') e Darren Lemke ('Shazam!').

Il trailer



Com'è 'Gemini Man', le recensioni

La critica internazionale ha assegnato a 'Gemini Man' una media voto molto bassa (33/100 su metacritic): un giudizio severo motivato soprattutto da una sceneggiatura che è parsa confusionaria e poco efficace, tanto da inficiare il lavoro del cast e del regista. Dal canto suo, Ang Lee si conferma abile nella gestione degli effetti digitali e delle scene d'azione, che però rischiano di risultare fini a loro stesse, se non sorrette da una trama adeguata.

Gli spettatori che vogliono assistere a un thriller con elementi fantascientifici e sequenze d'azione, sappiano che qui c'è pane per i loro denti. Basta che entrino in sala senza aspettarsi qualcosa ambizioso, o di rivoluzionario.

Leggi anche:
- 6 Underground, ecco il film Netfilx diretto da Michael Bay
- Doom Patrol, i supereroi reietti di Prime Video
- Birds of Prey: super eroine femministe nel trailer del film