Gwendoline Christie in 'Game of Thrones' - Foto: HBO
Gwendoline Christie in 'Game of Thrones' - Foto: HBO

Se la lotta finale per il trono di spade ti è sembrata sanguinaria, aspetta di vedere cosa accadrà in occasione degli Emmy 2019, che verranno assegnati il 22 settembre prossimo: dei dieci, fra attori e attrici, candidati con la serie TV 'Game of Thrones', solamente sette sono stati proposti da HBO, mentre altri tre si sono candidati da soli. Si tratta di Gwendoline Christie, Carice van Houten e Alfie Allen, vale a dire Brienne of Tarth, la sacerdotessa Melisandre e Theon Greyjoy.

Gli attori e le attrici del 'Trono di Spade'

Dopo l'annuncio delle nomination il quadro della situazione era questo: Nikolaj Coster-Waldau, Peter Dinklage e Alfie Allen avevano conquistato la candidatura nella categoria riservata agli attori non protagonisti di una serie TV drammatica. Quella invece dedicata alle attrici non protagoniste presentava una corsa a quattro: Gwendoline Christie, Lena Headey, Sophie Turner e Maisie Williams. Kit Harington ed Emilia Clarke gareggiavano come protagonisti, sempre di una serie drammatica, mentre Carice van Houten faceva capolino come guest actress.

Come hanno fatto ad auto candidarsi?

In un secondo tempo alcuni dietro le quinte hanno rivelato che l'intenzione di HBO era di candidare solo sette dei dieci attori. Christie, van Houten e Allen hanno invece fatto per conto loro. Per quanto sia un evento sorprendente, in realtà è fattibile: una volta che la tua carriera televisiva è cosa fatta e che sei un membro della National Academy of Television Arts and Sciences, è sufficiente andare sul sito dell'organizzazione, scegliere una categoria, caricare un video e pagare 225 dollari per ufficializzare la tua candidatura.

Proprio la semplicità della procedura, unita al suo essere piuttosto a buon mercato, motiva ad ogni edizione numerosi comportamenti simili: quest'anno sono stati oltre novemila. È però assai raro che ciò porti a una nomination vera e propria ed è questo a rendere peculiare il caso di Christie, van Houten e Allen.

Probabilmente ha giocato in loro favore l'enorme risonanza che ha avuto l'ultima stagione di 'Game of Thrones', unita al fatto che le performance dei tre sono state tutte di livello (quelle di Gwendoline Christie e Alfie Allen in particolare). Da qui alla vittoria, però, il passo è tutt'altro che breve: staremo a vedere come terminerà la corsa.

Leggi anche:
- Emmy 2019, le 4 cose da sapere sulle nomination
- La casa di carta: la parte 3 finalmente su Netflix
- Saint Seiya: I Cavalieri dello Zodiaco su Netflix. Ma i fan insorgono