Francesca Sofia Novello e Valentino Rossi
Francesca Sofia Novello e Valentino Rossi

Roma, 20 gennaio 2020 - E così alla fine toccherà a Valentino Rossi stare un passo indietro. Francesca Sofia Novello, 25 anni, fidanzata del ’Dottore’, ci scherza su: "Io un passo indietro a Vale? Diciamo che anche lui sta un passo indietro rispetto ai miei impegni lavorativi esattamente come faccio io coi suoi...". Sono stati giorni matti e disperatissimi per Francesca. Le accuse di sessismo per Amadeus che in conferenza stampa ha detto di averla scelta per la sua capacità di "stare un passo indietro a un grande uomo", le polemiche, i post sui social, i commenti, le difese, gli attacchi. Teresa, la mamma-manager della giovane venticinquenne è al suo fianco e annuisce: "C’ero anche io alla conferenza stampa. Se avessero offeso mia figlia non sarei certo stata zitta...".

Sanremo 2020, Monica Bellucci non ci sarà. "Cause di forza maggiore"

Ma lei Francesca, dica la verità, si è sentita offesa dalla presentazione di Amadeus?
"Come ho scritto su Instagram, faccio la modella adesso che sono fidanzata con Vale e farò la modella anche nel caso in cui mi sposi o mi lasci con lui! L’espressione ’un passo indietro’? Amadeus ha soltanto voluto sottolineare il mio atteggiamento riservato. Atteggiamento che ho sempre tenuto in questi anni nei confronti della grande visibilità del mio fidanzato. Per mia scelta, infatti, ho voluto evitare accuratamente di trarne vantaggio".

Non crede, però, che essere definita soltanto per il suo fidanzamento sia un po’ riduttivo? Lei è una modella affermata e le mancano due esami alla laurea di Giurisprudenza...
"Mi hanno chiamata perché amo Valentino? Forse sì, forse no. Non so se ha inciso il mio percorso scolastico, ma sicuramente sono stata scelta per quello da modella".

In 29 deputate hanno chiesto al conduttore e direttore artistico del Festival di scusarsi. Definire lei e le altre co-conduttrici con l’aggettivo 'bellissime' non sminuisce il ruolo femminile?
"No, nel modo più assoluto. Il ruolo femminile sovrasta questa sterile polemica che si sta rivelando strumentale. Come già detto, nessuno ha il diritto di parlare a mio nome e non voglio essere difesa da persone e associazioni che cercano solo visibilità. Sono una donna e sono assolutamente consapevole di quello che faccio. Non mi sento assolutamente sminuita nel mio ruolo di donna. Ed essere la ragazza di Valentino mi ha dato visibilità. Per quanto riguarda le mie doti estetiche, beh sono quelle che semplicemente mi hanno consentito di diventare modella e salire sul palco di Sanremo".

Lei non ha mai fatto tv. Come si sente al centro dell’attenzione mediatica? Se l’aspettava?
"È del tutto naturale trovarsi al centro dell’attenzione mediatica per il semplice fatto che il festival di Sanremo è probabilmente l’evento televisivo con una delle più alte audience. Diciamo che ero preparata al clamore".

Valentino, il suo fidanzato, come ha commentato tutta questa polemica, le accuse di sessismo al Festival etc...?
"Sono felicissima di poter dire che Vale mi ha espresso la sua piena solidarietà".

Crede che la sua presenza a Sanremo possa comunque aiutare la donna a fare un passo avanti nelle pari opportunità?
"Non è certamente il ruolo di valletta deputato a far fare un passo avanti alle donne. Le pari opportunità si esprimono in altre sedi e con ben altra enfasi rispetto a quella che può trasmettere una partecipazione televisiva".

Per il festival, però, non sono finite le polemiche. Nel mirino è finito Junior Cally e il testo choc di una sua canzone del 2017 che incita alla violenza sulle donne. La Rai dovrebbe eliminarlo dalla competizione?
"Per quanto riguarda la partecipazione alla gara canora preferisco non esprimermi. Saranno i giudici a decidere".