Lady Gaga in 'House of Gucci' e Patrizia Reggiani
Lady Gaga in 'House of Gucci' e Patrizia Reggiani
Sangue, invidie e rancori, avidità, tradimenti, omicidi. Niente di inventato. Tutto vero quello che si vedrà presto sugli schermi con House of Gucci firmato da Ridley Scott, forte di un cast stellare, e con Stillwater, il film di Tom McCarthy ispirato all’omicidio di Meredith Kercher a Perugia nel 2007 e alla storia di Amanda Knox. Dalla cronaca nera italiana direttamente a Hollywood. Il primo trailer del film con Lady Gaga nel ruolo di Patrizia Reggiani, in sala dal 24 novembre, svela parte degli intrecci che portarono all’assassinio di Maurizio Gucci, imprenditore e presidente dell’omonima casa di moda. Per quel delitto, la moglie Patrizia Reggiani ha scontato 18 anni in carcere per essere stata la mandante....

Sangue, invidie e rancori, avidità, tradimenti, omicidi. Niente di inventato. Tutto vero quello che si vedrà presto sugli schermi con House of Gucci firmato da Ridley Scott, forte di un cast stellare, e con Stillwater, il film di Tom McCarthy ispirato all’omicidio di Meredith Kercher a Perugia nel 2007 e alla storia di Amanda Knox. Dalla cronaca nera italiana direttamente a Hollywood.

Il primo trailer del film con Lady Gaga nel ruolo di Patrizia Reggiani, in sala dal 24 novembre, svela parte degli intrecci che portarono all’assassinio di Maurizio Gucci, imprenditore e presidente dell’omonima casa di moda. Per quel delitto, la moglie Patrizia Reggiani ha scontato 18 anni in carcere per essere stata la mandante. Lady Gaga appare perfetta nel ruolo di Patrizia, avvolta in sontuose pellicce, incastonata di gioielli, abiti firmati, riccioli e occhialoni. Nel cast c’è Jared Leto, invecchiato per assomigliare a Paolo Gucci, ex presidente della maison fiorentina, mentre Al Pacino è Aldo, figlio di Guccio Gucci, fondatore del marchio.

"Un’eredità per cui vale la pena uccidere. Benvenuti a House of Gucci": è lo slogan del trailer che ha già mandato in visibilio modaioli e appassionati di gialli. La pellicola – girata in Italia – ci ha riporterà nel 1995 quando Maurizio (Adam Driver) fu trovato morto nell’androne del palazzo in via Palestro a Milano. La mandante dell’omicidio fu la ex moglie Patrizia per punirlo perché l’aveva lasciata togliendole il potere nell’alta società. Del cast del film, basato sul romanzo della giornalista Sara Gay Forden, La saga dei Gucci. Una storia avvincente di creatività, fascino, successo, follia (ed. Ipoc) fa parte anche Jeremy Irons.

"Il film – spiegano gli autori – è ispirato alla storia vera della famiglia che ha fondato Gucci. Il film racconta tre generazioni. Potere, creatività, ambizione, tradimento, vendetta e un omicidio: tutto per il controllo della Maison".

Lady Gaga è entusiasta: "Vorrei davvero ringraziare l’Italia per avermi incoraggiata. Ti abbraccio e ti bacio, prego per te Italia, mio paese di origine, una nazione costruita sul duro lavoro e sulla famiglia. Spero di averti reso orgogliosa. Sono fiera di essere italiana. Ti amo". Nel film, Gaga appare come una volitiva Reggiani che non esita a dichiarare: "Non mi considero una persona particolarmente etica, ma sono giusta".

Mentre ancora si sta discutendo, a colpi di carte bollate, se mai si farà ad Hollywood il film tratto dal libro di Mario Spezi e Douglas Preston, Dolci colline di sangue (protagonista Antonio Banderas), cui si è opposto l’ex pm di Perugia Giuliano Mignini, proprio Amanda Knox, sulla quale Mignini aveva indagato, attacca Stillwater, il film di Tom McCarthy presentato a Cannes che è ispirato alla sua "saga". "Hanno rubato la mia storia senza il mio consenso e a spese della mia reputazione", ha scritto Amanda, oggi trentaquattrenne, accusata e poi assolta dell’omicidio di Meredith Kercher nel 2007 a Perugia.

Il film parla di un lavoratore dell’Oklahoma, Matt Damon, che va a Marsiglia dopo che sua figlia è stata arrestata per omicidio.

McCarthy ha ammesso di essere rimasto "affascinato" dalla storia della Knox ma che "non ci sono similarità" con il film. Knox però è irremovibile: "Come pensate che questo possa avere impatto sulla mia reputazione? La versione di McMcCarthy rafforza l’immagine di me come persona colpevole". Amanda ha poi offerto a McCarthy e Damon di partecipare al suo podcast Labyrinths: "Potremmo avere un affascinante scambio sull’identità, sulla percezione pubblica e su chi può sfruttare un nome entrato nell’immaginario collettivo".