Magazine

Fiorello apre il Festival di Sanremo 2018, condotto da Claudio Baglioni e Michelle Hunziker. Battute a raffica, sul presidente turco Erdogan "che sta venendo a Sanremo perché ha saputo che ci sono 1300 giornalisti liberi"; sul "toy boy di Orietta Berti", evidente allusione al candidato premier M5S Di Maio, "e se vince il vertice Rai va a casa"; sul "canone che pagano tutti perché sta in bolletta, e se staccano la corrente non si vedono Netflix e Sky". Il 'ciclone' travolge l'Ariston. "Buon Sanremo 1918", è la chiusa. Da registrarsi anche un fuoriprogramma: Fiorello non ha fatto in tempo a salire sul palco che è stato subito interrotto da un uomo che è riuscito a eludere i controlli. "Sono due mesi che cerco un contatto con il procuratore della Repubblica", ha detto prima di essere bloccato e portato via. "Faccio il Pippo Baudo della situazione", ha detto Fiorello che non si è perso d'animo, prima di aggiungere "lo sapevo che non ci dovevo venire". Poi la serata di musica: Annalisa, Ron, The Kolors, Gazzè, Vanoni-Bungaro-Pacifico, Meta-Moro, Mario Biondi, Fogli-Facchinetti, Lo Stato Sociale, Noemi, Decibel, Elio e le Storie Tese, Caccamo, Canzian, Barbarossa, Diodato e Roy Paci, Nina Zilli, Avitabile-Servillo, Le Vibrazioni. Ospite anche Gianni Morandi, che ha duettato con Baglioni e con Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti.

Sanremo 2018, Hunziker bellissima. Super scollatura

Sanremo 2018, tutto sulla prima serata

Partecipanti, ospiti e orari tv. Tutto sul Festival

Sport Tech Benessere Moda Magazine