Magazine

Miss Italia vuole in tutti i modi scrollarsi di dosso quell'aria un po' antiquata che aveva fino alle edizioni Rai. Dopo aver aperto alle 'curvy', dopo aver toccato più volte il tasto trans, dopo la cura disintossicante no-cellulari, arrivano altre novità. Sono state scelte le 30 finaliste (anzi 33, poi spieghiamo il perché), tra cui Chiara Bordi, 18 anni, laziale, che ha una protesi modulabile da sotto il ginocchio sinistro in giù, in seguito alla perdita di buona parte della gamba a causa di un incidente stradale avvenuto cinque anni fa. In un impeto buonista, la patronessa Patrizia Mirigliani ha deciso di inserire nel concorso vero e proprio anche le 3 scelte come riserva – quindi le concorrenti diventano 33.

Tra le regioni, sono Trentino Alto Adige, Marche (Carlotta Maggiorana, Veronica Nucci, Laura Schiavoni ed Erika Franceschini) ed Emilia Romagna (Maeve Billi, Jessica Poli e Mara Boccacci , più Anna Mazzali passata da riserva a titolare) quelle con il maggior numero di concorrenti portate in finale: quattro a testa. Segue il Lazio con tre, quindi Lombardia (Patrizia Bendotti e Sofia Belli), Toscana (Martina Iacomelli e Gloria Tonini), Campania e Puglia con due; Piemonte-Valle d'Aosta (sono considerate unica regione), Liguria (Marta Murru), Umbria (Lucrezia Perelli ), Abruzzo, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna con una finalista a testa. Il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e il Molise non hanno alcuna rappresentante.

Finale il 16 settembre, in diretta su La7, per la prima volta a Milano

di PIERO DEGLI ANTONI

 

Sport Tech Benessere Moda Magazine