Magazine

L’Eurovision Song Contest 2018 (#ESC2018) è ufficialmente iniziato. La competizione canora, giunta alle 63esima, quest'anno è di scena in Portogallo, all’Altice Arena di Lisbona. La kermesse vede in gara 43 paesi, ma solo 26 arriveranno alle finalissima di sabato 12 maggio. La gara è scattata martedì 8 maggio con la prima semifinale. Sul palco dell'Arena di Lisbona si sono esibiti i primi 19 cantanti in gara. E sono arrivati i primi verdetti. I Paesi che si sono qualificati per la finale sono Albania, Austria, Bulgaria, Cipro, Estonia, Finlandia, Irlanda, Israele, Lituania e Repubblica Ceca. Eliminate, invece, le seguenti nazioni: Armenia, Azerbaigian, Belgio, Bielorussia, Croazia, Grecia, Islanda, Macedonia e Svizzera.

Eurovision 2018, orari tv e scaletta della finale

L'Italia entrerà in scena direttamente nella serata conclusiva perché fa parte dei ‘Big Five’, ovvero dei cinque Paesi (Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna) fondatori del concorso musicale. Ammesso d’ufficio anche il paese ospitante, in questo caso il Portogallo, grazie alla vittoria di Salvador Sobral nel 2017 con il brano ‘Amar pelos dois’. A tenere alti i colori dell'Italia saranno Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano 'Non mi avete fatto niente'.

Sport Tech Benessere Moda Magazine