Magazine

Cate Blanchett e le altre: 82 donne che sfilano silenziose sul tappeto rosso di Cannes 2018. Ci sono le giurate Kristen Stewart e Ava DuVernay, la regista Agnes Varda, e poi Jane Fonda e Marion Cotillard. E molte altre ancora: in prima fila c'erano una fiera Jasmine Trinca (tra le attiviste italiane di Dissenso Comune) e Claudia Cardinale. Accade al festival cinematografico sulla costa azzurra noto in tutto il mondo. Il red carpet è quello di Les filles du soleil di Eva Husson, il film più rappresentativo sulla questione femminile tra quelli in concorso per la Palma d'Oro.

VIDEO / Passerelle ipersexy nell'anno nello scandalo Weinstein

Dal presidente della giuria Cate Blanchett anche una dichiarazione congiunta con la cineasta Agnès Varda. Un'azione simbolica su iniziativa del collettivo francese contro le disuguaglianze nella Settima arte '50/50 en 2020', che si colloca nell'ambito di quell'impegno a sostegno di #MeToo e Time's Up che Cannes sta portando avanti, a partire dall'apertura di una linea telefonica per la denuncia di molestie. C'è poi l'invito a comportamenti corretti che i giornalisti hanno trovato insieme al loro accredito. Una reazione forte al caso di Harvey Weinstein, travolto dallo scandalo sulle molestie sessuali nel cinema: il potentissimo produttore era un tempo presenza fissa a Cannes. E nella giuria del festival ci sono la regista DuVernay e la presidente Blanchett che fanno parte proprio della Time's Up Foundation. Di fronte al caso Weinstein, il Festival di Cannes ha giocato la carta del 'fare', con il volantino che ricorda le sanzioni per le molestie sessuali e il numero di telefono a disposizione delle vittime . E lo slogan: "richiesto comportamento corretto". Il festival ha anche inviato un segnale forte scegliendo una giuria prevalentemente femminile presieduta dalla Blanchett, ma la questione molestie non è stata menzionata durante la cerimonia di apertura. In 70 anni, solo una regista donna, Jane Campion nel 1993, ha ricevuto una Palma d'oro per 'The Piano Lesson'. Il Festival è stato criticato per aver selezionato solo tre donne in concorso quest'anno, anche se sono molto più numerose nelle sezioni parallele. Domenica, il ministro francese della cultura Françoise Nyssen presenterà, con l'omologa svedese Alice Bah Kuhnke un piano per sostenere finanziariamente le registe di giovani donne di tutto il mondo.

VIDEO / La protesta delle attrici sul red carpet

FOTO / Red carpet super 'hot': Kendall Jenner avvolta di tulle trasparente

La coppia Cruz-Bardem balla tra realtà e finzione

Cannes 2018, Bella Hadid da fiaba sul red carpet

Cannes 2018, parata di dive (e nude look). Chi osa di più sul red carpet

Cannes 2018, red carpet (bis) bollente. Tra spacchi e scollature mozzafiato

Cannes 2018, red carpet (tris) da urlo. Irina Shayk hot

 

Sport Tech Benessere Moda Magazine