Una scena del film 'The Father' (foto Les Films du Cru/Film4)
Una scena del film 'The Father' (foto Les Films du Cru/Film4)

Giovedì 20 maggio esce nei cinema italiani 'The Father' (sottotitolo italiano 'Nulla è come sembra'), che ha vinto due Oscar 2021: uno per la migliore sceneggiatura non originale, l'altro per il migliore attore protagonista, un Anthony Hopkins in stato di grazia. L'arrivo nelle sale cinematografiche nostrane avviene "in due tempi": dal 20 il lungometraggio sarà disponibile solo in lingua originale e con sottotitoli in italiano, mentre dal 27 potremo vederlo doppiato.

The Father, tutto sul film

La trama ruota attorno al vecchio Anthony, ottantenne che vive in un quartiere benestante di Londra e inizia a mostrare sintomi del morbo di Alzheimer: ciononostante rifiuta l'aiuto della figlia, della badante e inizia a mettere in discussione le persone che ama, la sua stessa mente e la distinzione fra cos'è reale e cosa invece no. Come andrà a finire?

'The Father' è l'esordio alla regia del drammaturgo e sceneggiatore francese Florian Zeller, che in occasione della sua prima volta dietro la cinepresa ha voluto cimentarsi con l'adattamento di un'opera teatrale da lui scritta e intitolata 'Le père'. Ad affiancarlo in fase di scrittura della sceneggiatura c'è stato Christopher Hampton, che in precedenza aveva già vinto un Oscar grazie a 'Le relazioni pericolose' e che fra le altre cose aveva firmato film come 'Espiazione' e 'The Quiet American'. Il cast è quello delle grandi occasioni: oltre al già citato Anthony Hopkins troviamo infatti Olivia Colman ('The Crown', 'La favorita'), Mark Gatiss ('Sherlock', 'Guida galattica per autostoppisti'), Imogen Poots ('28 settimane dopo', 'Green Room'), Rufus Sewell ('L'uomo nell'alto castello', 'Dark City') e Olivia Williams ('L'uomo nell'ombra', 'Il sesto senso').

Il trailer

Le recensioni, cosa ne pensa la critica

In generale la critica ha speso parole entusiaste, tanto che la media voto su Metacritic è un lussuoso 88/100. Il cast nel complesso è stato particolarmente apprezzato e molti hanno messo sugli scudi Anthony Hopkins e Olivia Colman. Grandi complimenti anche per l'esordiente regista Florian Zeller, che ha saputo lavorare su eleganza ed essenzialità. Infine, ha colpito molto positivamente il ribaltamento operato dalla sceneggiatura: invece di fare come altri film che hanno parlato di demenza senile guardandola dal di fuori, 'The Father' ci costringe a vederla con gli occhi di chi perde colpi, con un impatto emotivo particolarmente intenso.

Leggi anche:
- John Boyega e Joe Cornish tornano per il sequel di 'Attack The Block'
- Ariana Grande si è sposata
- Elisabetta II si prende un momento per piangere il principe Filippo