Una scena del film - Foto: Colorado Film/Vision Distribution
Una scena del film - Foto: Colorado Film/Vision Distribution
Il 15 agosto, giorno di Ferragosto, esce nelle sale cinematografiche italiane 'The Nest (Il nido)', film horror che rappresenta il primo lungometraggio da regista per l'italiano Roberto De Feo, classe 1981. Un esordio che, in media, la critica ha giudicato interessante e promettente.

The Nest (Il nido), tutto sul film

La storia è ambientata all'interno di Villa dei Laghi, una magione circondata da una vasta tenuta: qui il giovane Samuel, che ha una paralisi agli arti inferiori, vive insieme alla madre iperprotettiva e a un gruppo eterogeneo di persone, in gran parte servitori. L'arrivo di una bella adolescente scardina i precari equilibri di casa e funge da miccia per le insoddisfazioni di Samuel, mentre lentamente vengono svelate le ragioni dell'atmosfera inquietante che avvolge Villa dei Laghi.

'The Nest (Il nido)' adotta le forme del genere horror, ma lavora sulla costruzione delle atmosfere piuttosto che sugli spaventi improvvisi, e punta moltissimo sul lento svelamento delle proprie carte: non siamo dunque di fronte a una trama che innesca inseguimenti e fughe, ma alla paziente costruzione di verità scoperte poco a poco.

Il regista Roberto De Feo si è cimentato con il suo esordio lungo dopo avere diretto cortometraggi piuttosto apprezzati come 'Ice Scream' e 'Child K'. Quest'ultimo è stato il primo corto italiano a uscire negli Stati Uniti, grazie a Sir Branko Lustig, il produttore di 'Schindler’s List'.

Lo stesso De Feo ha anche curato la sceneggiatura, affiancato da Lucio Besana (al suo esordio) e da Margherita Ferri (che invece ha portato in dote l'esperienza maturata con il film 'Zen sul ghiaccio sottile', il documentario 'I hate pink!' e la serie TV 'Status').

Il cast è composto fra gli altri da Justin Alexander Korovkin (Samuel), Francesca Cavallin (sua madre), Maurizio Lombardi (il dottore di casa) e Ginevra Francesconi (la quindicenne Denise, che scombussolerà gli equilibri di Villa dei Laghi).

Il trailer



Com'è 'The Nest (Il nido)', le recensioni

In media la critica italiana ha accolto con favore l'esordio di Roberto De Feo: sviluppo della trama e scelte di regia non sempre sono calibrate al millesimo, ma nel complesso 'The Nest (Il nido)' ha personalità ed è all'altezza delle ambizioni che ha perseguito, che fra le altre cose hanno guardato all'esempio di e 'The Others' di Amenàbar e 'The Village' di Shyamalan. Inoltre, la location di Villa dei Laghi si rivela perfetta e il cast si è comportato molto bene.

Leggi anche:
- Daniel Radcliffe non sarà il prossimo Wolverine
- Notte di San Lorenzo tra stelle cadenti e asteroidi. I film da vedere
- Mamma ho perso l'aereo e Una notte al museo, Disney annuncia i reboot