di Barbara Berti Due fiction di successo, due attori molto popolari e un gran polverone social. Su Raiuno si è appena conclusa la miniserie in otto puntate Gli orologi del diavolo che ha visto il ritorno sul piccolo schermo di Giuseppe Fiorello. Liberamente ispirata a un fatto vero, la fiction racconta la difficile storia di un uomo comune (il motorista nautico Marco Merani interpretato da Fiorello) diventato per caso infiltrato in una organizzazione criminale di...

di Barbara Berti

Due fiction di successo, due attori molto popolari e un gran polverone social. Su Raiuno si è appena conclusa la miniserie in otto puntate Gli orologi del diavolo che ha visto il ritorno sul piccolo schermo di Giuseppe Fiorello. Liberamente ispirata a un fatto vero, la fiction racconta la difficile storia di un uomo comune (il motorista nautico Marco Merani interpretato da Fiorello) diventato per caso infiltrato in una organizzazione criminale di narcotrafficanti che perde tutto per fare la cosa giusta. Un mix di impegno civile, crime e sentimento che, ha tenuto incollati alla tv quasi cinque milioni di telespettatori a puntata (4.784.000 spettatori pari al 19.52% di share lunedì scorso).

Un successo che l’attore siciliano ha voluto festeggiare con i suoi fan via social. "Un infinito grazie al pubblico che sta amando Gli orologi del diavolo, una serie coraggiosa che non si avvale di modelli narrativi rassicuranti, io ho sempre lavorato così, non mi piace andare sul sicuro" ha twittato postando un estratto di un’intervista dove sottolinea un passaggio: "L’accoglienza del pubblico di Raiuno, nonostante l’assenza di ospedali, medici, infermieri e storie di corsia, è buona alla partenza. Potrà diventare più cospicua se gli spettatori riusciranno ad acciuffare il bandolo dell’emozione per un prodotto che mischia i moventi dell’avventura e del sentimento familiare". Chiaro il riferimento a Doc - Nelle tue mani, la fiction di Raiuno con protagonista Luca Argentero – domani sera l’ultimo episodio – che sta sbaragliando gli ascolti, viaggiando sulla media dei sette milioni e mezzo di telespettatori (numeri che solo il Commissario Montalbano riesce a battere).

Così, il fascinoso dottor Fanti – Argentero – si è sentito chiamato in causa e non ha perso tempo a rispondere al collega. "Che strano tweet" ha scritto l’attore sotto il post di Fiorello. E i commenti non sono tardati ad arrivare. "Magari parla in generale, no?" ha ribattuto un fan di Fiorello che a quel punto è intervenuto nel dialogo sul web: "Esattamente così e ti ringrazio". Argentero, però, non ha replicato: "Ma come? Ci sono altre serie in onda con medici e infermieri? O è sottolineato in rosso per puro caso?", ha scritto l’ex gieffino polemizzando con il siciliano che, però, ha scelto di non proseguire il dibattito, a differenza dei fan schierati in sua difesa.