Il ritorno di Harry Potter sul grande schermo per festeggiare i 20 anni del primo film La pietra filosofale (in Italia dal 9 al 12 dicembre) ha “scatenato“ le critiche di chi online attacca l’autrice J.K. Rowling per le sue dichiarazioni divisive sulla comunità Lgbt. "Non voglio più supportare in alcun modo un’autrice che utilizza i suoi guadagni e il suo potere mediatico per sostenere cause transfobiche", scrive uno dei tanti internauti. "Andando al cinema farete guadagnare altri soldi a quella transfobica!", rincara un altro. Qualcuno prova a difendere l’incolpevole maghetto: "Harry Potter non è la Rowling".